Ambra Angiolini ha condotto il tradizionale Concerto del Primo Maggio che ogni anno si tiene a Piazza San Giovanni a Roma e, anche se è riuscita a intrattenere e coinvolgere il pubblico in modo impeccabile, è finita al centro delle polemiche. Il motivo? Il suo maglioncino a righe colorate di Alberta Ferretti dal valore di 325 euro è stato definito da molti "troppo costoso" per l'evento. L'attrice, però, non si è lasciata sopraffare dalle critiche e ha trovato un modo geniale per replicare, facendo capire a tutti che si trattava di commenti sterili e privi si senso.

La replica di Ambra alle critiche al suo maglione

Per salire sul palco del Concerto del Primo Maggio, Ambra Angiolini ha sfoggiato un look impeccabile con un jeans a vita alta a zampa e il tanto discusso maglione a righe della collezione Rainbow Week firmata da Alberta Ferretti. Per stemperare le polemiche nate sui social nel corso della serata anche il collega Lodo Guenzi aveva provato a fare qualcosa, facendosi prestare il capo d'abbigliamento dall'attrice e indossandolo in diretta, ma a quanto pare non è bastato. Il giorno successivo, infatti, il prezzo della maglia è finito su tutti i giornali. La Angiolini, però, è riuscita a mantenere la calma, trovando un modo geniale per mettere a tacere le critiche. Ha postato su Instagram una foto con un set di 8 mutande tinta unita dal valore di 5 euro e nella didascalia ha scritto: "Però i miei slip costavano pochissimo! Ora posso riappropriarmi delle parole dette, dell’energia nuova, della poca retorica e di un concerto che per chi lo ha vissuto è stato e sarà sempre qualcosa di più che una maglietta firmata, comprata o prestata? "

A quanto pare quel discusso maglioncino non fa parte del suo armadio ma le è stato solo prestato o regalato dalla stilista. Quasi sempre, infatti, le star non pagano i vestiti che indossano sui palcoscenici e sui red carpet ma gli vengono forniti direttamente dai brand che, così facendo, riescono anche a farsi pubblicità. In questo caso, la scelta è ricaduta sul maglione della Ferretti perché decorato con i colori dell'arcobaleno, un simbolo di libertà perfetto per celebrare al meglio il Primo Maggio. Gli utenti del web, però, non hanno pensato a queste eventualità e non ci hanno pensato su due volte a scagliarsi contro di lei con rabbia e frustrazione. Per fortuna Ambra ha avuto un'idea geniale per stemperare la tensione, puntando tutto sull'ironia e così facendo ha strappato anche un sorriso ai fan.