Babi Mia, il Pisolone, Gira la Moda e le MicroMachines, sono solo alcuni dei giocattoli che hanno accompagnato le infanzie di tutti i bambini nati negli anni ’80. Erano oggetti magici, capaci di rendere meraviglioso il nostro Natale e che oggi sono diventati oggetti vintage e cult. Tutti gli attuali trentenni, da bambini, avranno desiderato ricevere da Babbo Natale almeno uno di questi giocattoli, anche se spesso le loro aspettative rimanevano puntualmente deluse. Scopriamo quali erano i regali per bambini più in voga e più odiati dai genitori.

1. Bebi mia – Era la bambola parlante, che muoveva anche gli occhi. Era il giocattolo preferito dalle bambine ed assolutamente introvabile durante il periodo natalizio. Diceva “mamma”, "ho fame", "dai, girami" e "ti voglio bene".

2. Pisolone – Il Pisolone era un sacco a pelo gigante a forma di peluche. Quale bambino non ha desiderato almeno una volta di possederlo per dormirci dentro? Sicuramente, però, sarà stato l’incubo di tutte le madri, pesante, impolverato e difficile da lavare.

3. Dolce forno – Il dolce forno era il sogno di tutte le piccole aspiranti cuoche. Si trattava di un vero e proprio forno in miniatura, capace di riscaldare e cucinare pizzette e dolcetti vari. Poveri i genitori che sono stati costretti ad assaggiare!

4. Gira la moda – Era decisamente il gioco preferito dalle bambine nate negli anni ’80. Permetteva di creare degli outfit perfetti, semplicemente ruotando le tre sezioni circolari girevoli. Si creavano dei disegni simili ai figurini degli stilisti, che potevano essere colorati e regalati.

5. MicroMachines – Le MicroMachines erano uno dei regali natalizi più ambiti dai maschietti. Delle mini macchine giocattolo con cui si giocava a fare corse in mini città. I bambini potevano collezionarle facilmente, erano piccole ed economiche.

6. Crystal ball – Era forse il giocattolo più odiato dai genitori, che temevano di sporcare muri e soffitti con queste bolle realizzate dai loro figli. Inoltre, forse per la presenza di qualche strano composto chimico al suo interno, lasciava un sapore orribile in bocca. Chi di noi non ha mai desiderato riceverlo?

7. Gioca scuola – “Col gioca scuola giocando impari” dicevano nella pubblicità. Era forse l’unico giocattolo realmente utile, si trattava di una scrivania per bambini, con una lavagna. Forse ne eravamo attratti solo perché mandavano la pubblicità continuamente durante i cartoni.

8. Tamagotchi – E’ il pulcino che dovevamo allevare e far crescere. Probabilmente lo abbandonavamo solo di notte, ma fin dalle prime ore del giorno, il nostro unico pensiero era dargli da mangiare e lavarlo. Una follia!

9. Macchine telecomandate – Ai bambini piacevano tantissimo, peccato che le madri e soprattutto gli inquilini del piano di sotto non la pensavano allo stesso modo!

10. Sbrodolina – La bambola che beveva acqua con un biberon e poi faceva le bollicine con la bocca, simulando lo "sbrodolamento" dei neonati. Una cosa che le nostre mamme ci vietavano sempre di fare!