Il reggiseno è uno degli indumenti di lingerie più sensuali e sexy, ma solo chi lo indossa ogni giorno può capire i fastidi che il reggiseno può causare. All'universo maschile e alle donne con poco seno potrà sembrare bizzarro, ma anche il reggiseno può essere "problematico": ecco perché.

1. La taglia giusta: può sembrare strano, ma scegliere la taglia giusta di reggiseno non è sempre così facile. Alcuni modelli infatti possono calzare a pennello per quanto riguarda la coppa ma essere larghi di circonferenza, oppure viceversa. A volte la coppa è troppo imbottita o troppo poco, e una volta indossato può fare difetto.

2. L'abito aderente: quando si compra un reggiseno per un'occasione importante bisogna anche tenere presente con cosa verrà indossato. Alcune trame infatti potrebbero risultare fin troppo evidenti sotto certi tessuti e pizzi e decorazioni in rilievo potrebbero rovinare l'outfit.

3. Il colore: c'è il classico nero, il bianco e il color carne, ma negli ultimi tempi l'offerta si è ampliata con colori e fantasie. Attenzione però alla scelta: alcuni modelli infatti potrebbero risultare troppo adolescenziali, mentre i colori accesi potrebbero intravedersi sotto i capi chiari.

4. Il momento in cui lo togli: per tutta la giornata non ci hai fatto caso, ma quando arrivi a casa la sera e slacci il reggiseno ti senti subito più libera e rilassata. È l'effetto della costrizione del reggiseno, che anche se non ci sembra stretto o aderente da comunque un senso di sollievo quando viene tolto.

5. Il ferretto: amico-nemico della donna con il seno prosperoso, il ferretto aiuta a sostenere il seno al meglio, ma a volte può essere davvero fastidioso, soprattutto quando fuoriesce dalla cucitura: in alcuni casi infatti causa persino un lieve dolore.

6. L'abito scollato: hai comprato un bellissimo abito con la schiena scoperta, ma ora come farai ad indossare il reggiseno? La vista  dell'indumento intimo infatti, anche se raffinato ed elegante, non è mai la migliore delle ipotesi. Oggi fortunatamente esistono delle coppe che aderiscono al seno senza bisogno di spalline, con l'aiuto del silicone sui bordi.

7. La sportiva: se ami fare sport dovrai scegliere un reggiseno adeguato in modo che non ti impedisca di fare movimenti o di sentirti a disagio. Anche se esteticamente non sono bellissimi, meglio puntare su un modello leggero, elasticizzato e facile da lavare che non su un push up con spalline morbide.

8. La fascia: è un modello molto apprezzato dalle donne, ma non tutte possono indossarlo. Chi ha un seno prosperoso ed abbondante infatti, dovrebbe evitarlo, dal momento che il decolletè risulterebbe cadente e poco tonico. Perfetto invece per le donna magre con un seno piccolo.

9. L'abbinamento: c'è chi non ci pensa affatto e predilige i completi spaiati, e chi invece non esce di casa se non ha il reggiseno coordinato allo slip. Non sempre però la scelta è così facile: a volte infatti, quando si trova il completo intimo ideale, la taglia del reggiseno è perfetta, mentre quella dello slip è piccola, o viceversa.

10.L'etichetta: a volte può esser persino più fastidio del ferretto. L'etichetta cucita sul bordo del reggiseno con la taglia e le modalità di lavaggio può dare davvero fastidio, soprattutto nei casi in cui è particolarmente lunga. Meglio tagliarla subito avendo cura di non sfilacciare il reggiseno.