Se è vero che le Fashion Week sono il trampolino dei lancio per i trend delle stagioni successive, sulle passerelle di Londra gli stilisti hanno forzato un po' la mano assegnando a make up artist e hair stylist look stravaganti che a volte sfiorano l'improponibile. Ecco i 10 peggiori beauty look visti sulle passerelle della London Fashion Week.

1.Lulu Liu e i capelli da gatta: per le sue modelle la stilista ha scelto un make up estremamente naturale abbinato ad un hair look alquanto insolito, creando delle vere e proprie orecchie da gatto stilizzate con delle fini ciocche di capelli ai lati del viso.

2.Nasir Mazhar e il look da guerriera: le modelle dello stilista hanno sfilato con un look androgino con sopracciglia in primo piano e delle linee al centro della bocca e ai lati degli occhi. A conferire al look uno perfetto e stile da guerriera ci pensano i capelli, raccolti dietro la nuca in modo disordinato e fermati con delle simil lame.

3.VIN & OMI e la trasformazione in clown: la maestria dei make up artist è stata davvero notevole nel ricreare visi colorati ed estrosi. Le modelle rappresentano un mix tra clown e star degli anni '80 con capelli colorati e voluminosi e visi dalle nuance fluo, glitterate e con disegni dalle forme geometriche.

4.Merit Award winner Gyo Yuni Kimchoe punta sul vintage: le modelle sembrano uscire da un quadro di Tamara Lempicka con capelli dalle onde anni'20 rigide e super definite. Il make up punta sugli occhi con colori scuri e intensi oppure aranciati e caldi: in entrambi i casi il colore sfiora le sopracciglia. I lineamenti del volto sono duri e le labbra nude.

5.Antonio Berardi e il look da casalinga: non troppo felice la scelta di stile per le modelle dello stilista di origine italiane. Il make up è nude con un unico accento di colore fragola sulle labbra. I capelli sono tirati indietro sulla nuca e morbidi ai lati del viso con alcune ciocche lasciate libere. Nel complesso il look è slavato e triste, quasi quanto quello di una casalinga disperata.

6.Dora Abodi e il look stile Frankenstein: frangia cortissima e spettinata, tratti del volto duri e occhi resi misteriosi e quasi inquietanti da ombretti neri sfumati fino all'arcata sopracciliare. I capelli sono aderenti al capo nella parte superiore mentre sono più morbidi sulle punte.

7.Erdem e il troppo nude: lo stilista canadese dalle origine turche punta su un look naturale, fin troppo. Alcune modelle sembrano addirittura malate nonostante l'effetto salute del blush sulle gote e del rossetto sfumato al centro delle labbra. Nude si, ma questa volta è davvero troppo.

8. Ashley Williams e il look da samurai: le modelle ricordano lontanamente il look dei guerrieri giapponesi con gli occhi rossi e la linea di eye liner nero. L'ombretto sfiora le sopracciglia rendendo lo sguardo audace e misterioso e le labbra sono definite da un rossetto bordeaux scuro dal finish glossato.

9.Michael Van Der Ham e i capelli arruffati: se l'intento era quello di ottenere un look every day lo stilista ha raggiunto lo scopo. I capelli sembrano sfatti e disordinati, e il make up è totalmente privo di colore se non fosse per un accenno bronzato sulle guance.

10.Mariana Jungmann, la cresta gioello e il tatuaggio in silicone: il make up è abbastanza sobrio, con una leggera linea azzurra sotto la linea ciliare inferiore ma a colpire sono senza dubbio il tatuaggio in silicone trasparente applicato sulla fronte delle modelle e l'accessorio gioiello posizionato al centro della testa come se fosse una cresta.