L'attrice Gwyneth Paltrow negli ultimi giorni è stata al centro di innumerevoli polemiche. Sul suo blog “Goop”, in cui dà i suoi consigli di salute e bellezza, ha pubblicato un articolo controverso dell’esperto di medicina olistica Habib Sadeghi. Quest’ultimo, come aveva già affermato nel libro intitolato “Dressed to Kill: The Link Between Breast Cancer and Bras”, ha parlato della correlazione che esiste tra il cancro al seno e l’uso del reggiseno. In particolare, secondo lui le donne dovrebbero evitare di usarlo poiché, quando lo indossano per più di 12 ore al giorno, hanno una maggiore tendenza ad ammalarsi.

Questa falsa teoria è nata nel 1995 grazie a due antropologi statunitensi, Sydney Ross Singer e Soma Grismaijer, i quali avevano affermato che i reggiseni ostacolavano la circolazione linfatica, impedendo ai tessuti della mammella di eliminare le sostanze di scarto. Nonostante la notizia di tanto in tanto ricompare sul web, nel 2014 è stata smontata definitivamente. L’uso del reggiseno non è collegato alla malattia, mentre invece la familiarità e l’uso di ormoni sono due elementi che favoriscono lo sviluppo del tumore. Sul blog di Gwyneth Paltrow, l'autore dell'articolo ha fatto riferimento ai reggisenti con il gancetto in ferro, da lui considerati i più pericolosi poiché assorbirebbero le radiazioni emesse dai dispositivi wireless.

Dopo aver letto l’articolo, l'Airc, l’Associazione italiana ricerca sul cancro, ha subito tentato di rassicurare il pubblico femminile dichiarando: “È bene chiarire che si tratta di idee prive di fondamento, ma alcune delle osservazioni dei due antropologi meritano una smentita più puntuale”. Ciò che viene contestato è il fatto che sono stati trascurati i fattori di rischio noti come i cambiamenti nell'alimentazione, la crescita dei tassi di obesità, la sedentarietà, il minore allattamento al seno. Gwyneth Paltrow ha reagito alle critiche affermando di aver condiviso l’articolo solo per stimolare la discussione tra i lettori. Le donne, dunque, possono stare tranquille: il reggiseno non provoca il cancro. Certo, riduce l'elasticità della pelle, ma non ha alcun effetto sulla possibile comparsa della malattia.