Ricordate il fenomeno “The Dress”, il vestito bianco e oro o blu e nero che ha fatto impazzire il web, oppure l'immagine di Albert Einstein e Marilyn Monroe? Di recente sul web è spuntata una nuova illusione ottica. Si tratta della foto in negativo del volto di una donna, posizionata accanto ad un semplice riquadro bianco. Bisogna guardarla per 15 secondi prima di spostare lo sguardo sullo spazio vuoto sulla destra. Il risultato è incredibile e sorprendente. Come per magia, si comincerà infatti a vedere il volto a colori di una ragazza bruna.

Questa illusione ottica viene chiamata "immagine residua negativa" o "afterimage" ed è causata dalle cellule situate negli occhi, chiamate cellule gangliari, che inviano messaggi al cervello codificando e identificando i colori a coppie di colori primari. Lo spettro della luce viene trasmesso dal retro dell'occhio al cervello attraverso tre canali differenti: quello bianco e nero in scala di grigi, quello rosso e verde ed infine un terzo canale blu e giallo. In questo modo riusciamo a codificare qualsiasi tonalità.

Nel caso dell'immagine della donna, le cellule dei nostri occhi che identificano il blu si affaticano e si indeboliscono, stimolando la percezione del colore opposto, ovvero il giallo. Il cervello ricorda l'immagine guardata, ma "sopravvive" il colore più forte. Il volto che vediamo sul riquadro bianco è in realtà giallo, ma lo percepiamo più reale perché rispetto al blu è una tonalità più naturale. La donna “in negativo” riuscirà a far impazzire il web come il famoso vestito di qualche mese fa?