Il mondo della moda è sempre stato considerato un ambiente elitario riservato a pochi fortunati, ma oggi le cose stanno cominciando a cambiare. In una società super social, dove regna l’economia della condivisione e dell’open-source, anche il fashion system ha deciso di adattarsi. Finalmente le porte delle sfilate, gli eventi esclusivi per eccellenza, vengono aperte alle persone comuni.

E’ stato il brand Givenchy il primo ad aver deciso di intraprendere questo cambiamento epocale. Il prossimo 11 settembre, infatti, in occasione della sfilata che la maison terrà a New York per la presentazione della nuova collezione saranno invitati 1.200 non addetti ai lavori. 280 saranno studenti e docenti delle scuole di moda della città, mentre altri 820 biglietti saranno riservati a chi farà una registrazione su un sito creato appositamente da Givenchy grazie alla collaborazione con Nycgo.com, il dipartimento marketing della città. I restanti 100 biglietti verranno invece riservati ai residenti della zona in cui si terrà la sfilata. La maison concede a tutti l’opportunità di assistere in tempo reale alla sfilata, magari anche riservandogli un posta accanto alle celebrità più famose del mondo come Kim Kardashian, Kanye West, Katy Perry o Lady Gaga.

Givenchy punta su una strategia di sperimentazione totalmente innovativa, che aveva già preannunciato con le scelte fuori dal comune prese nei mesi scorsi. Di recente, Riccardo Tisci aveva rotto le regole non scritte della moda scegliendo una “stilista concorrente” come testimonial per la nuova campagna. Inoltre, aveva annunciato l’abbandono della storica location di Parigi per trasferirsi nella più moderna New York. Saremo davvero di fronte ad una rivoluzione nel mondo della moda? Non ci resta che aspettare per scoprire se anche altre maison abbracceranno la stessa scelta di Givenchy.