Giulia De Lellis non smette mai di sorprendere i fan e per l'estate 2019, complice la sua passione per la moda, ha pensato bene di diventare stilista. Lo ha fatto per il brand Bikini Lovers, per il quale ha firmato una capsule collection di costumi da bagno ispirata agli anni '90. E' stata lanciata ieri sul mercato ma purtroppo non tutte avranno la possibilità di sfoggiarla durante le prossime vacanze, il motivo? Le taglie vanno solo dalla 38 alla 42 e alcuni modelli sono disponibili addirittura solo in taglia unica.

La collezione di costumi di Giulia De Lellis X Bikini Lovers

L'estate si avvicina e sono moltissimi i brand che stanno lanciando le nuove collezioni di costumi da bagno. Tra questi c'è anche Bikini Lovers, che per il 2019 ha collaborato con Giulia De Lellis. Per l'occasione l'influencer è diventata stilista e ha firmato Miami, una capsule collection di costumi da bagno coloratissima e ispirata agli anni '90, per la precisione a Beverly Hills 90210. E' composta sia da modelli interi che da due pezzi, ognuno di loro ha il nome di uno dei personaggi del telefilm, dal Donna, intero e sgambato con delle decorazioni in pizzo, al Brenda con il reggiseno con il ferretto, fino ad arrivare al Cindy con il triangolo. E' stata lanciata ieri sul mercato e sono già moltissime quelle che sognano di essere trendy in spiaggia proprio come la De Lellis. Quanto costano i capi trendy per l'estate firmati GDL x Bikini Lovers? Tra i 75 e gli 85 euro ma la cosa che in poche hanno notato è che si dovrà vantare un corpo magrissimo per indossarli, visto che sono disponibili solo taglie dalla 38 alla 42.

Le taglie "mini" dei costumi di Giulia De Lellis

Nonostante la moda stia diventando sempre più inclusiva, dando prova del fatto che c'è bisogno di riscrivere gli stereotipi di bellezza rendendoli più reali, ci sono ancora dei brand che fanno eccezione e che sono rimasti legati all'idea secondo cui una donna più essere considerata "perfetta" solo con un corpo magrissimo. A essere finita al centro del mirino nelle ultime ore è la collezione di costumi da bagno firmata da Giulia De Lellis per Bikini Lovers, le cui taglie sono davvero limitate. I diversi modelli, da quelli interi ai tanga sgambati, sono disponibili solo dalla 38 alla 42, alcuni sono addirittura taglia unica e i reggiseni non vanno oltre la terza. Insomma, per indossare i capi estivi dell'influencer non si potrà avere un'imperfezione, un po' di pancetta o le forme procaci, si dovranno vantare un ventre piatto, un punto vita micro e i fianchi definiti. Si sarà trattato di un errore di distrazione o di una scelta mirata a escludere le curvy dal pubblico di possibili acquirenti?

I brand di moda che stanno riscrivendo gli stereotipi di bellezza

Se fino a qualche tempo fa in passerella e nelle campagne pubblicitarie si vedevano solo modelle magrissime con addominali scolpiti e forme impeccabili, oggi le cose sono cambiate e cono sempre di più i brand che danno spazio alle bellezze "normali". Bikini Lovers con le sue taglie che non vanno oltre la 42 sarebbe solo un'eccezione, ormai la moda è diventata molto più inclusiva rispetto al passato e non di rado si creano delle collezioni appositamente per curvy. Lo hanno fatto Asos, Mango, H&M, la cui campagna beachwear per il 2019 ha fatto il giro del web grazie alla sua modella con la pancetta, insomma, finalmente il fashion system ha capito che la bellezza sta anche nelle imperfezioni. Del resto, era ora che si desse spazio anche ai piccoli difetti: chi ha detto che una donna con smagliature, cellulite o forme procaci non è sensuale?