Il 25 novembre si celebra la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, istituita nel 1999 dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite per ricordare l’assassinio avvenuto in questa data nel 1960 di tre sorelle che si opponevano al regime di Rafael Leónidas Trujillo, il dittatore della Repubblica Dominicana per oltre 30 anni. I governi e le organizzazioni internazionali sono invitate ad organizzare eventi ed attività per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla questione degli abusi sul sesso femminile. Anche se secondo i dati del Viminale, gli omicidi di donne in Italia sono passati da 79 a 74 nell’ultimo anno, i dati continuano a rimanere drammatici ed allarmanti. Non può essere più accettato il fatto che una donna diventi vittima di violenza ed abusi tra le mura di casa, dove dovrebbe sentirsi rilassata e rassicurata. La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne vuole denunciare ancora una volta un problema troppo spesso sottovalutato. Ecco le iniziative organizzate nelle principali città italiane.

Milano combatte la violenza sulle donne nelle scuole

Milano celebrerà la giornata contro la violenza sulle donne con diversi eventi. “Liberati dalla violenza” è l’iniziativa promossa dal comune che intende invitare i cittadini a riflettere sul tema. A questo scopo, saranno distribuiti 100.000 volantini nelle sedi comunali, nelle scuole pubbliche e private e nei supermercati. Mercoledì 25 novembre alle 10 del mattino ci sarà un incontro con gli studenti delle scuole secondarie di II grado del Comune di Milano alla Casa dei Diritti in via De Amicis con le psicologhe di Soccorso Rosa Onlus, Evelina Molinari e Elisa Anderloni, per parlare di femminicidio discriminazione di genere. L’iniziativa si chiama “Di pari passo” ed è un percorso di educazione per le scuole inserito nel progetto di sensibilizzazione sul tema #METTICIILCUORE. Inoltre, sempre per sensibilizzare il mondo dei giovani sul tema della violenza, il 21 novembre presso il Conservatorio Giuseppe Verdi si terrà lo spettacolo teatrale “R-ESISTENZE al femminile”, che racconta quanto sia importante la presenza femminile all’interno della società e quanto sia difficile per alcune di loro combattere contro la violenza. Inoltre, la Federazione italiana Kickboxing, Muai Thai, Savate e Shoot Boxe ha lanciato l’’iniziativa “Colpita, affondato”, cioè una settimana di corsi e stage gratuiti di difesa personale per dare alle donne la possibilità di non abbassare mai la guardia. Ecco l'elenco completo degli eventi.

Piazza del Campidoglio a Roma si colora di rosso per dire stop alla violenza

La città di Roma è impegnata, insieme alla Regione Lazio, nella campagna di sensibilizzazione noino.org che intende creare una community di uomini che si ribellano alla violenza sul sesso femminile. Nella giornata del 25 novembre saranno allestite 3 postazioni, alla Feltrinelli di largo Argentina, dove saranno presenti il sindaco Ignazio Marino e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, a piazza del Campidoglio e allo stadio Olimpico in concomitanza con la partita Roma-Cagliari. Piazza del Campidoglio si accenderà di rosso, colore simbolo della giornata, e sulla facciata del Palazzo Senatorio saranno proiettate due immagini raffiguranti una mano e la scritta “Stop violence against women”. Anche la cultura scende in campo contro la violenza sulle donne con un programma di iniziative curato dall’assessorato alla Cultura, creatività e promozione artistica. Palazzo delle Esposizioni, Nuovo Cinema Aquila, Teatro Argentina e Teatro del Lido, Biblioteche di Roma sono i luoghi in cui ci si potrà incontrare a discutere di donne, di differenze di genere, di femminicidio con iniziative di teatro, danza, arti visive, cinema, letture, poesia e dibattiti. Ecco l'elenco completo degli eventi.

Le napoletane cantano “Putesse essere allera”

Il Comune di Napoli ha promosso diverse iniziative per combattere la violenza sulle donne nella giornata del 25 novembre. L’evento più evocativo sarà la manifestazione “Putesse essere allera” che prevede una serie di convegni dibattiti, mercatini artigianali, spettacoli teatrali, tutti incentrati sul ruolo della donna all’interno della società contemporanea. Per l’occasione, il Maschio Angioino si illuminerà di arancione e aderirà alla campagna internazionale “UNiTE to End Violence Against Women”,  promossa dalle Nazioni Unite e dal Comitato UN WOMEN Italia. Anche il Vomero intende combattere gli abusi sul sesso femminile. Qui le associazioni e le realtà commerciali femminili scenderanno in Via Scarlatti per promuovere le proprie attività nel campo del volontariato e per presentare le aziende e le attività di imprenditoria femminile sempre più numerose e di successo. Ecco l'elenco completo delle iniziative.