A tutte è venuta la tentazione di portare la frangia almeno una volta nella vita: c'è chi non può vivere senza e chi invece teme di provarla, con la convinzione di stare male. Se vi state chiedendo: a chi sta bene la frangia? La risposta potrebbe stupirvi: sta bene a tutte! Basta solo adattarla alle diverse forme dal viso, ma anche al proprio stile e alla tipologia di capelli, così da valorizzare il viso e sentirsi a proprio agio.

Perché scegliere la frangia e a chi sta bene

Possiamo considerare la frangia come un accessorio utile a tante donne: a quelle che vogliono risaltare gli occhi e gli zigomi, ma anche alle timide, che vogliono nascondersi e a chi vuole coprire le rughe. La frangia è infatti molto indicata per chi vuole sottolineare dei dettagli del viso, ma anche per chi vuole accorciare un viso lungo o coprire una fronte troppo piccola e ridimensionarne una troppo alta. Con piccoli escamotage possiamo adattare la frangia in base a ciò che vogliamo mostrare o nascondere, per questo sta bene quasi a tutte. Bisogna studiare bene le proporzioni, con l'aiuto del parrucchiere, così da sfruttare al meglio l'effetto correttivo della frangia. Ogni donna quindi, può indossare la frangia in modo personalizzato, inoltre è molto versatile perché sta bene sui capelli lisci, mossi e ricci. Ma vediamo come adattarla alle diverse forme del viso.

Viso ovale: frangia lunga o sfilata

Il viso ovale ha tratti regolari e delicati, quindi l'ideale sarebbe non coprirlo troppo. Nel caso di fronte ampia, però si può provare ogni tipologia di frangia, anche quelle più lunghe. Se invece la fronte non è molto ampia, meglio una frangia sfilata e più leggera, da portare anche laterale. Evitate invece di coprite il viso con frange troppo voluminose.

Viso quadrato: frangia scalata

Il viso quadrato è caratterizzato da lineamenti più marcati e spigolosi: una frangia lunga e scalata riesce a riequilibrare i tratti del volto con il suo andamento morbido e irregolare, rendendo l'insieme più armonico. Anche i ciuffi laterali sono ammessi, mentre è meglio evitare le frange troppo piene e nette, in quanto il taglio geometrico tende a indurire i tratti.

Viso triangolare: frangia lunga e spettinata

Nel viso triangolare, i tratti della parte inferiore del viso tendono a prevalere su quelli della parte superiore: mascella e mandibola sono piuttosto evidenti. In questi casi l'ideale è la frangia lunga e spettinata, da portare anche laterale, così da riproporzionare la fronte e ammorbidire i lineamenti. Meglio evitare invece la frangia troppo corta e pari.

Viso a cuore: frangia laterale

Il viso a cuore si caratterizza per fronte ampia, mento sfuggente e zigomi pronunciati: l'ideale è una frangia laterale, che è possibile portare piena o meno, in base al proprio look, abbinata a un taglio che dia movimento e che allarghi otticamente la parte inferiore del viso. Meglio evitare, invece, la fronte scoperta, soprattutto con i capelli raccolti.  Anche il viso a diamante, molto simile a quello a cuore, può essere valorizzato da una frangia sfilata, per un effetto più sbarazzino, oppure più piena per un look più aggressivo. In questi casi, meglio evitare frange troppo corte.

Viso rettangolare: frangia piena e "importante"

Il viso rettangolare è caratterizzato da fronte alta e tendenza ad allungarsi, in questo caso l'ideale portare una frangia piena e "importante" che equilibri il volto, accorciandolo otticamente. Si tratta di una tipologia di frangia che sta molto bene a chi ha la fronte alta. Per il viso rettangolare è invece da evitare la fronte troppo scoperta oppure i ciuffi laterali, perché tendono ad allungare ulteriormente il volto.

Viso tondo: frangia ciuffo laterale

Nel viso tondo lunghezza e larghezza sono alla pari, ed è solitamente caratterizzato da guance piene e nessuna spigolosità. In questi casi l'ideale è la frangia ciuffo laterale, molto leggera e scalata così da donare verticalità al volto, facendolo apparire più sfilante. Meglio evitare le frange troppo lunghe e che tagliano la fronte, perchè tendono ad accorciare il viso, facendolo apparire ancora più tondo.