Volete rendere i vostri davanzali, balconi e giardini colorati anche durante i mesi più freddi? L’elleboro è una pianta poco conosciuta che viene definita un piccolo dono della natura per la sua bellezza. Ha bisogno di pochissime cure ed è perfetto per coloro che vogliono adornare il proprio balcone senza fare troppa fatica. L'elleboro è una da esterno, richiede un terriccio ricco di calcio ed argilla ben drenato e predilige il tempo umido e poco soleggiato.

Vive bene anche a 1200 metri di altitudine e sopporta temperature rigide fino a -20 gradi. E’ necessario annaffiarla solo nei periodi di siccità e concimarla una volta all’anno prima della fioritura che avviene sempre a fine ottobre. I suoi fiori continuano a sbocciare per tutto il periodo invernale, ma anche in estate le sue foglie permettono di decorare il giardino. Visto che si riproduce per seme, è importante non tagliare i suoi fiori appassiti, così da permettere la crescita di tante altre piccole piantine uguali alla madre o incrociate con altri colori e varietà.

Esistono infatti diverse specie di ellebori, differiscono per colore, grandezza e trama delle corolle. I più famosi sono l'Helleborus niger, o rosa di Natale, l'Helleborus viridis, o elleboro verde, e l'Helleborus purpurascens che ha dei fiori color violetto. Attenzione però, l’elleboro contiene un’alta quantità di alcaloidi, delle sostanze tossiche sia per l'uomo che per gli animali. Bisogna stare attenti a lavare sempre le mani dopo aver maneggiato stelo, foglie e radici e soprattutto di tenerla lontano da animali e bambini.