squirting

L'eiaculazione femminile è meglio conosciuta con la parola inglese squirting ed è considerata da molti solo una leggenda. Consiste nell'espulsione di liquido, che presenta la stessa composizione dell'urina, dall'uretra durante l'orgasmo e può avvenire sia sotto forma di rilascio lento e prolungato che di getto.

Le più fortunate descrivono lo squirting come un’esperienza incredibile, ai limiti della beatitudine e dell’abbandono dei sensi. Quelle che invece proprio non riescono a pensare che possa essere reale credono che si tratti solo di alcune perdite di urina che avvengono dopo il rilassamento provocato dall’orgasmo.

Ma esiste davvero lo squirting?

La realtà è che lo squirting esiste davvero e grazie a delle stimolazioni specifiche anche le donne possono raggiungere il culmine del piacere eiaculando. Cosa si deve fare precisamente per arrivare allo squirting? Innanzitutto, se il rapporto con la partner non è solido e se non c’è alcun tipo di fiducia, sarà molto difficile farla arrivare all’orgasmo. Ciò che deve essere stimolato è il tanto discusso punto G, cioè la prostata femminile, e trovarlo è molto più semplice di quanto si crede. Più la donna si eccita e più facilmente lo si riuscirà a sentire poiché si gonfia e diventa più pronunciato.

Come fare lo squirting perfetto?

Il segreto è quello di stimolare in maniera decisa l'interno della vagina, in particolare la parte anteriore dove è posizionata l’uretra, e non arrendersi di fronte ai primi risultati negativi. Il sintomo che la donna avverte quando sta per arrivare all'eiaculazione è quello di urinare, ma in realtà sono le ghiandole di Skene, che hanno la funzione di lubrificare la vagina e che, quando vengono stimolate, si riempiono di liquido fino al raggiungimento dell'orgasmo. E’ proprio a questo punto che si svuotano provocando la fuoriuscita di un liquido simile allo sperma maschile. Anche se in molte la ritengono un'esperienza imbarazzante, lo squirting è capace di far provare intensi momenti di piacere.

Cosa prova la donna durante l’eiaculazione femminile?

Il piacere femminile viene considerato da molti un continente oscuro e ci sono un’infinità di teorie sul modo migliore per raggiungere l’orgasmo. C’è chi preferisce il sesso orale, chi la penetrazione e chi invece ritiene che serva l’amore per avere una vita sessuale soddisfacente. A differenza del sesso maschile, per le donne il piacere non è qualcosa di meccanico ma è una combinazione di sensazioni, di sentimenti e di cambiamenti fisiologici che avvengono all’interno della vagina.

Al momento dell’orgasmo, che sia clitorideo, vaginale o multiplo, si sentirà una tensione crescente che nel momento del “culmine” si libererà sfociando in rilassamento. E’ stato ampiamente dimostrato che anche le donne possono avere un’eiaculazione come gli uomini. Raggiungere un orgasmo simile è stato definito un vero e proprio momento di beatitudine dalle donne che lo hanno provato. Il tanto desiderato squirting è l’emissione dall’uretra di un liquido biancastro e lattiginoso durante il rapporto sessuale, ma non tutti sanno cosa prova una donna in un momento di piacere così intenso. Quando si arriva ad eiaculare, è come se si avesse un forte stimolo ad urinare che non si riesce a trattenere.

Questa sensazione diventa sempre più intensa e piacevole fino al momento in cui non fuoriesce il liquido. Dal punto di vista fisiologico si ha lo squirting quando si manifestano delle contrazioni ritmiche ed involontarie del muscolo pubococcigeo che circonda la vagina, che impediscono di trattenere il liquido. Nonostante sia considerato una cosa imbarazzante, lo squirting è più intenso di un normale orgasmo ed ha a che fare con il famoso punto G. A fare la differenza è infatti la zona che viene stimolata. Di trova precisamente nella parte superiore della vagina e l'effetto sulla propria soddisfazione sessuale sarebbe incredibile, almeno secondo le donne che lo hanno sperimentato.

Squirting: tecniche utili per farlo raggiungere

Mel Shimkovitz ha caricato un video su Wifey.tv dove spiega alcune tecniche indispensabili per stimolare lo squirting in una donna. Il suo obiettivo è far capire a tutte le donne come avere un orgasmo, senza presentare l’argomento in maniera scabrosa o imbarazzante, ma anzi spiegando tutto come in una vera e propria commedia educativa. Lo squirting può capitare all’improvviso e, se ci si trovasse impreparate, potrebbe avere un effetto sorprendente, quanto imbarazzante. In pratica, vulva, vagina e clitoride non sono tre parti separate del proprio organo sessuale, ma devono essere considerate e stimolate come un tutt’uno.

Lubrificare

Per poter far provare un piacere più intenso fino ad arrivare all’eiaculazione durante la fase della masturbazione, è importante adoperare prima un lubrificante mentre si masturba la donna in modo da agevolare lo squirting. Questo, infatti, non si raggiunge con la penetrazione, ma con la stimolazione manuale.

Cura le tue mani

La vagina è un organo molto delicato e può essere facilmente infiammata se non ci si prende cura delle proprie mani. Taglia le unghie, lava bene le mani e idratale spesso.

Trova il punto G

Il punto G si trova tra l'apparato genitale e quello urinario, all'interno della vagina. La donna deve stendersi a pancia in su e l’uomo deve toccare con le dita le pareti frontali della vagina, cioè il punto G. Inizialmente si dovrà solo accarezzare l’interno della vagina per poi aumentare lentamente il ritmo man mano che la donna mostrerà il proprio coinvolgimento nell’atto sessuale.

Ecco tre passaggi importanti per stimolare la vagina e far eiaculare una donna:

  1. Inserite il medio all'interno della vagina e toccate con il polpastrello le pareti vaginali;
  2. Massaggiate delicatamente muovendo il dito avanti e indietro aumentando, di volta in volta, la velocità e l'intensità;
  3. Usate due dita muovendole avanti e indietro e crescendo, man mano, di intensità.

Dopo aver massaggiato per circa quindici minuti, dovreste sentire il punto G rigonfio e, a quel punto, aumenta ancora la velocità del massaggio fino a farle raggiungere l'eiaculazione.

Può esserci squirting senza orgasmo?

Lo squirting può avvenire anche senza orgasmo, cioè senza secrezioni ma solo sentendo un forte piacere prima di raggiungere l'orgasmo vero e proprio. L'eiaculazione femminile, infatti, può avvenire sia con l'orgasmo che senza, quindi non necessariamente avvengono nello stesso lasso di tempo.

Tutte le donne possono squirtare?

Sì, tutte le donne possono squirtare perché, nel collo della vescica, possono accumulare un liquido eiaculatorio trasparente, che in tanti scambiano per urina, molto simile allo sperma.