Ognuno di noi vorrebbe sentirsi a proprio agio con il corpo e spesso, proprio per trovare fiducia in noi stessi, ci affidiamo alle diete più svariate che promettono dei risultati incredibili in pochissimo tempo. Nonostante nutrizionisti e dietologi siano alcuni tra i medici più richiesti degli ultimi tempi, un nuovo studio pubblicato sull'American Journal of Public Health ha scoperto che la maggior parte delle persone obese non riescono più a raggiungere un peso "normale" nella propria vita.

Per 9 anni sono stati tenuti sotto controllo 76.704 uomini e 99.791 donne obese del Regno Unito ed i risultati sono stati chiari. Ogni anno che passava, i partecipanti riducevano dell’1% le loro possibilità di dimagrire. In particolare, solo 1.283 uomini, cioè circa l’1,67%, e 2.245 donne sono riusciti a raggiungere il peso forma nel giro di due anni. "I nostri risultati indicano che le attuali strategie di trattamento dell'obesità in cui non si ricorre alla chirurgia non riescono a far perdere peso alla maggior parte dei pazienti", ha affermato Alison Fildes, una delle ricercatrici dell’University College London.

Solitamente, infatti, tutti sottolineano l’importanza della restrizione calorica e dell’attività fisica, ma quando c’è un problema clinico come l’obesità è difficile che si riesca a perdere peso in questo modo. La ricerca spera quindi di stimolare la creazione di nuovi trattamenti più efficaci per la gestione dell'obesità. Questo problema può essere prevenuto, ma il fatto che venga trattato con le stesse diete che vengono propinate alle persone in sovrappeso dimostra che troppo spesso è sottovalutato.