Ammettiamolo, mangiare torte, caramelle, gelati e merendine in quantità è il sogno di ognuno di noi. Aggiungere un po’ di “dolcezza” alla nostra vita ci fa sentire immediatamente di buon umore, peccato solo che la cosa metta a dura prova la linea e la salute. Da oggi, però, è stata trovata la soluzione ideale per consumare zuccheri in quantità senza sentirsi in colpa e senza andare incontro a problemi gravi.

Secondo uno studio condotto presso l’University of California, a Los Angeles, l’acido docosaesaenoico, noto come Dha, cioè un acido grasso omega-3, riuscirebbe a ridurre gli effetti negativi che lo zucchero ha sul corpo. Mangiando cibi come pesce, uovo o burro di arachidi, si ha la possibilità di rendere lo zucchero assunto nel resto della giornata un po’ meno dannoso. I ricercatori hanno condotto un esperimento sui ratti, rinchiusi in un labirinto e sottoposti a diversi tipi di alimentazione. I risultati sono stat chiari: alla fine delle sei settimane quelli che avevano consumato zucchero e Dha sono riusciti ad uscire facilmente dal labirinto, mentre tutti gli altri hanno impiegato il doppio del tempo, visto che la loro memoria e le loro condizioni fisiche erano decisamente peggiorare.

Del resto, è risaputo che lo zucchero aumenta il rischio di diabete, obesità, cancro e di problemi meno gravi come brufoli, rughe e inestetismi della pelle. Il consiglio è dunque consumarlo il meno possibile, limitando i danni già fatti aumentando la quantità di omega-3 nella propria dieta. La prossima volta che vorrete concedervi una fetta di torta, fareste meglio a mangiare del salmone a pranzo.