E’ morta Wanda Piccitto Galtrucco, la signora delle pubbliche relazioni milanesi. E’ stata la prima donna che in Italia è stata chiamata “Pr” e con il suo decesso e quello di Krizia, avvenuto nella stessa giornata, è come se si fosse messo un punto all’epoca d’oro della moda. Wanda a 19 anni ha sposato un dei tre eredi Galtrucco, famosa famiglia che gestiva un'azienda di tessuti, e subito dopo il matrimonio ha cominciato la sua avventura lavorativa nel mondo della moda.

Era diventata molto amica di Gianni Versace proprio nei primi giorni in cui quest’ultimo era arrivato a Milano ed è diventata la sua ambasciatrice. Lo ha accompagnato in giro per il mondo ed è stata il volto della sua maison per quanto riguarda l'organizzazione degli eventi e delle sfilate. Quando lo stilista è stato ucciso a Miami nel 1997, Wanda abbandona la maison e si dedica all’arte, una passione che aveva in comune con lo stilista valabrese. Grazie al suo stile inconfondibile e alla sua immagine super glamour può essere definita una blogger ante litteram.

La pr milanese era stata soprannominata “Venere tascabile” poiché sfoggiava in ogni occasione un look perfetto con twin set, tacchi e capelli sempre perfetti. La sua voglia di non stare mai ferma e di parlare con tutti del suo lavoro l’hanno resa celebre ma negli ultimi anni non riconosceva più la sua cara Milano, una città peggiorata in cui non ritrovava più la gioia e l’allegria di un tempo. “Non ci sono più le serate con tante persone, le cene sono ristrette, con pochi, cari amici”, aveva dichiarato qualche tempo fa la donna. Dopo la sua morte, verrà ricordata per sempre come l’unica vera signora di Via Montenapoleone.