Donatella Versace è una delle stiliste più amate e seguite al mondo e, nonostante siano passati 40 anni da quando il fratello Gianni ha fondato la casa di moda che porta il suo cognome, non ha perso lo spirito creativo che l'ha sempre contraddistinta. Nelle ultime ore ha voluto raccontare alcuni aspetti del suo privato che nessuno conosceva, primo tra tutti la sua vita da mamma che è stata sempre strana e originale.

La vita da mamma di Donatella Versace

Siamo sempre stati abituati a vedere Donatella Versace nei panni della stilista talentuosa e creativa che è stata capace di portare avanti l'azienda portata dal fratello Gianni ma spesso dimentichiamo che anche lei è una donna "normale". Nel corso della sua vita non si è dedicata esclusivamente al lavoro, si è anche costruita una famiglia ma solo di recente in un'intervista rilasciata a Vanity Fair ha voluto rivelare alcune indiscrezioni che nessuno conosceva della sua vita da mamma. La stilista ha infatti dichiarato:

Sono stata una madre strana. Ricordo quando una volta mi chiamò una maestra dell'asilo di Daniel per dirmi che il bambino era arrivato in classe assonnato e alla domanda: "Come mai non hai dormito?", aveva risposto: "Perché Elton John suonava il pianoforte". Era vero. La normalità io non la conosco. Se vuoi non partecipare alla vita sei normale, ma se vuoi partecipare la normalità la metti da parte.

Insomma, portare il cognome Versace non sarà stata un'impresa semplice neppure per Daniel e Allegra, abituati da sempre a vivere sotto i riflettori. La figlia maggiore della stilista, ad esempio, si è ritrovata a ereditare il 50% dell'azienda di famiglia dal compianto zio Gianni quando era solo una ragazzina, una cosa che non capita a tutti. Nella parte finale dell'intervista ha poi fatto riferimento alla recente vendita a Michael Kors, Donatella ha spiegato che tutto è avvenuto per caso, lei non l'ha cercato e non voleva farlo, poi ha incontrato John D. Idol, lo chairman della nuova società, che l'ha convinta. "Il motivo per cui abbiamo venduto è che Versace deve rimanere Versace anche dopo di me", ha dichiarato la Versace. Insomma, l'obiettivo della stilista è mantenere vivo il nome e lo stile del fratello scomparso: nonostante la Maison sia passata agli americani, continua a essere legatissima alla sua famiglia.