Come perdere peso in modo sano e duraturo? Spesso si pensa che la soluzione sia quella di eliminare i carboidrati, quindi pasta, pane o patate, cioè alimenti che trattengono i liquidi: basterebbe farne a meno per tre giorni per perdere circa un paio di chili. In realtà però parliamo di chili che riprenderemo appena questi alimenti ritorneranno nella nostra alimentazione. Meglio allora una dieta normoproteica, col giusto bilanciamento di proteine, lipidi e carboidrati,  per perdere fino a 10 chili senza rinunce. Seguendo quindi un'alimentazione sana con la giusta proporzione di nutrienti, quelli che ritroviamo nella dieta mediterranea considerata la più salutare ed equilibrata. Ma scopriamo di più.

Dieta normoproteica: cosa mangiare per perdere peso in modo sano e duraturo

Il menu della dieta normoproteica è stato messo a punto dalla nutrizionista, dottoressa Carla Lertola, uno schema alimentare in cui vengono rispettate le giuste proporzioni di tutti i nutrienti che troviamo nella dieta mediterranea e cioè:

  • 17% di proteine
  • 26% di grassi
  • 57% di carboidrati

In questo modo si potranno perdere fino a 10 chili in sei mesi in modo graduale e duraturo e senza pericoli per la salute. In più senza stravolgere le nostre abitudini alimentari, quindi senza stress ma mangiando in modo sano. Vediamo allora cosa mangiare a colazione, pranzo e cena e gli alimenti che non devono mai mancare.

Colazione energetica per una buona partenza

A colazione è importante consumare gli alimenti che ci forniscano la giusta energia, da spendere nell'arco della giornata (cereali) e introdurre la giusta dose di calcio con yogurt o latte. Anche tè o caffè non devono mancare per fornire al nostro organismo lo sprint giusto per affrontare la giornata. Ecco allora quali sono le dosi da rispettare:

  • È importante fornire al nostro organismo tra le 330 e le 430 calorie per 100 grammi (vi basterà leggere la tabella nutrizionale riportata sull'etichetta dei prodotti);
  • 40 grammi di cereali o di un prodotto da forno (anche il panettone va bene);
  • 150 ml di latte parzialmente scremato oppure 125 grammi di yogurt magro alla frutta;
  • tè o caffè.

Pranzo e cena con menu semplici da seguire e adatti ad ogni esigenza

Lo schema di pranzo e cena sarà molto elastico per adattarlo alle diverse esigenze. C'è solo una regola da seguire: bisogna rispettare quantità e numero di volte a settimana. Ma ecco cosa mangiare nello specifico, con gli alimenti da scegliere ogni giorno per una dieta semplice ma variata.

  • Primo: 90 grammi di pasta (o riso, orzo, farro, semola, farina di mais). In alternativa 300 grammi di patate o gnocchi.
  • Secondo: ruotate tra i seguenti alimenti: 100 grammi di carne 3 volte a settimana; 120 grammi di pesce 3 volte a settimana; 100 grammi di formaggio fresco o 50 grammi di formaggio stagionato 3 volte a settimana; 50 grammi di salumi magri (prosciutto, bresaola, fesa di tacchino, speck) 2 volte a settimana; 50 grammi di legumi secchi, oppure 125 grammi freschi, cotti o surgelati, 2 volte a settimana e infine 2 uova 1 volta a settimana.

Alimenti che devono essere consumati ogni giorno

Oltre a colazione, pranzo e cena vediamo cosa consumare per merenda e spuntino e le verdure da abbinare ai secondi piatti.

  • Per lo spuntino di metà mattina preferite 350 grammi di frutta fresca. Per la merenda del pomeriggio scegliete tra 30 grammi di crackers o biscotti secchi, oppure 50 grammi di pane, meglio se integrale.
  • Verdura a piacere, meglio se fresca, come contorno dei secondi piatti di pranzo e cena.
  • Come condimento: 25 grammi di olio extravergine di oliva (5 cucchiaini) al giorno, che ogni tanto possiamo sostituire con il burro. Le spezie possono essere aggiunte per insaporire anche al posto del sale.
  • Per tè e caffè non superate i 3 cucchiaini al giorno di zucchero o miele che corrispondono a circa 15 grammi.
  • Una volta a settimana potete concedervi una pizza margherita o con verdure che sostituirà un pranzo completo.
  • Per due volte a settimana potete sostituire i 30 grammi di crackers con 1 bicchiere di vino o di birra oppure con un bicchierino di superalcolico.