Il marchio Diesel si è sempre distinto per le sue campagne pubblicitarie provocatorie e sopra le righe e, per sponsorizzare la nuova collezione Primavera/Estate 2016, anche questa volta non ha deluso le aspettative. L’obiettivo è quello di sottolineare l’assurdità della cultura digitale in cui ci ritroviamo, dove spesso i mondi online ed offline vengono completamente fusi fino a far dimenticare il senso della vita reale.

Uno degli spot che sta facendo più discutere è quello che vede come protagonista il modello androgino Stav Strashko, che si scambia effusioni con un altro uomo senza avere vergogna di mostrare la sua vera identità. Questo è solo una delle pubblicità in cui il brand Diesel ha voluto mostrare l’incredibile varietà di culture, personalità ed individui esistenti nel mondo contemporaneo che però spesso hanno il timore di mostrarsi liberamente online. Con le sue immagini dissacranti e rivoluzionarie, Diesel intende sottolineare l’importanza di un valore spesso sottovalutato come la libertà: tutti dovrebbero fare ciò che desiderano anche sul web, senza paura di essere giudicati o etichettati come omosessuali o transgender.

Non è un caso che il marchio di abbigliamento abbia utilizzato per la prima volta delle immagini tanto forti per sponsorizzare una linea di abiti, la campagna anticonformista vuole essere di totale rottura rispetto a quelle realizzate fino ad oggi ed apparirà infatti anche sui più importanti siti porno del mondo, PornHub e YouPorn, così da far cadere il velo dell’ipocrisia con cui tutti ci copriamo. Diesel è diventato ufficialmente uno dei primi brand al mondo a parlare liberamente di sessualità e di tutti quegli argomenti considerati ancora dei tabù.