La mamma isterica che comincia ad impazzire tra spesa e menù da proporre ai parenti, l’odiata cena con gli amici che si vedono solo durante le feste comandate e la corsa per l’acquisto dei regali perfetti che ogni anno, puntualmente, sono sempre la solita sciarpa, le pantofole e il soprammobile inutile: tutti quelli che odiano il Natale sanno bene quanto può essere stressante affrontare questo periodo tra lucine, decorazioni ed addobbi vari. Nonostante si tratti di un momento di festa e di gioia, non tutti vedono il lato  positivo delle festività ed addirittura finiscono per andare incontro a problemi di depressione ed ansia.

I sintomi della depressione natalizia

Sembrerà assurdo, ma l’aria di festa e di allegria stimola una sensazione di tristezza e solitudine, che nei casi peggiori porta a senso di soffocamento ed attacchi di panico. La depressione natalizia esiste davvero ed è una risposta emotiva che la psiche ha di fronte al clima di forzata ed imposta felicità. Mal di testa, tristezza, svogliatezza, mancanza di appetito e frequente desiderio di piangere sono solo alcuni dei sintomi di questa particolare patologia e non è un caso che le richieste di sostegno psicologico aumentino proprio durante questo periodo dell'anno. Nella cultura occidentale, il Natale è una festa da passare in famiglia, magari in compagnia dei cari che vivono lontani o che si vedono troppo poco nel corso dell’anno, ed è l'occasione buona per rinnovare e fortificare il senso di unione e di affetto già esistenti. Coloro che vivono una situazione familiare difficili o che hanno subito delle perdite vivono le festività con particolare disagio poiché non fanno altro che accentuare il senso di solitudine e di malinconia. A peggiorare la situazione è l’esaltazione degli affetti e dell’unione che si vede in ogni dove nel periodo natalizio.

Come affrontare la depressione natalizia

La soluzione migliore  per affrontare la depressione è chiedere l’aiuto ad uno psicoterapeuta, così da capire le vere cause che si nascondono dietro quei sintomi e da poterli affrontare al meglio. E' importante inoltre prendere una serie di accorgimenti. Innanzitutto, bisogna cercare di tenersi sempre impegnati. Se le lucine natalizie, la ricerca dei regali e l'aria di festa che si respira in centro sono troppo fastidiose, si può optare per un passeggiata in un parco o magari in riva al mare. Bisogna poi vedere le festività come un’occasione per concedersi un po’ di riposo e relax al termine di un duro anno lavorativo e ridimensionare le proprie aspettative. Nessuno è obbligato ad essere felice solo perché si trova in un determinato periodo dell'anno, ma è importante combattere lo stress e l’ansia con la positività e con la voglia di affrontare i momenti bui con forza.