Il decapaggio è un trattamento schiarente che permette di salvare i nostri capelli da una tinta sbagliata o che non ci piace più: diminuisce uniformemente, di alcuni toni, il colore dei propri capelli e viene utilizzato soprattutto sui capelli tinti, eliminando i pigmenti più scuri. Si tratta di una tecnica meno aggressiva della classica decolorazione, ma che deve essere eseguita da un parrucchiere esperto per ottenere un ottimo risultato. Scopriamo allora cos'è il decapaggio dei capelli e come si effettua.

Cos'è il decapaggio e quali sono le diverse tipologie

Il decapaggio è una tecnica di schiaritura che permette di correggere parzialmente il colore, oppure di eliminarlo totalmente, andando a rimuovere chimicamente il pigmento di colore artificiale, e senza intaccare il colore naturale originario. Tale processo può rendere il colore da più scuro a più chiaro fino a tre toni. Il decapaggio può essere effettuato in misura differente dal parrucchiere, a seconda del risultato che si desidera, il tutto si riassume sostanzialmente in 3 diverse intensità: leggero, indicato per i capelli sottili e delicati che schiarisce da 1 a 2 toni la capigliatura; medio, utilizzato su capelli normali e privi di problematiche e può schiarire da 3 a 4 toni; forte, indicato su capelli spessi e robusti ed è utile se si decide di cambiare radicalmente colore, in quanto tende a schiarire si 7 o 8 toni la colorazione. Sarà quindi il parrucchiere ad indicare il tipo di decapaggio ideale per ogni tipologia di capello, arrivando così progressivamente al risultato desiderato senza pregiudicare la bellezza e la salute della vostra chioma.

Qual è la differenza tra decapaggio e decolorazione

La differenza tra decapaggio e decolorazione è una, ed è fondamentale: il decapaggio agisce per "sottrazione", riporta cioè alle origini il capello naturale, e tinto successivamente, rimuovendo solo la colorazione artificiale applicata. La decolorazione, invece, viene affettuata su capelli naturali se si desidera schiarirli di molto, magari per applicare in seguito una colorazione completamente diversa dal nostro colore di base: ad esempio se da castano scuro si intende passare a un biondo platino o comunque a un colore molto chiaro. Inoltre, il decapaggio, è un trattamento meno aggressivo della decolorazione, in quanto non pregiudica la bellezza e la salute della chioma.

A chi è consigliato il decapaggio?

Il decapaggio è il trattamento consigliato per chi desidera rimuovere la tintura sbagliata o un riflesso poco gradito, ma anche per chi vuole una schiaritura più o meno intensa rispetto al colore naturale. Inoltre il decapaggio è l'ideale per chi vuole donare enfasi a una successiva colorazione, schiarendo leggermente la propria base naturale: in questo modo, il colore applicato in seguito, sarà più vivo e luminoso.

Come si realizza il decapaggio e con quali prodotti

Per realizzare il decapaggio il parrucchiere utilizza una procedura che punta un primis a rendere permeabile lo strato delle cuticole dei capelli, favorendo la penetrazione del decolorante. Così l'ossigeno può entrare nella struttura del capello, eliminando il colore dei pigmenti esistenti. La chioma sarà poi ritoccata dal parrucchiere non appena ricrescono le radici, circa una volta al mese: il grado di intensità sarà valutato in base alla tipologia di capello e al risultato finale che si desidera ottenere.

I prodotti utilizzati per il decapaggio dei capelli sono solitamente due e vengono miscelati insieme: una dose di ossigeno viene unita a una dose di polvere decolorante. La quantità di ossigeno varia, ovviamente, in base al tipo di effetto che si desidera ottenere: di base viene utilizzato ossigeno a 20 volumi, ma si può arrivare fino a 40 volumi, per un effetto più strong. I due prodotti, miscelati, saranno applicati su tutta la chioma, o solo nelle aree da trattare. Se i capelli necessitano solo la correzione di poche ciocche, il prodotto può essere applicato sui capelli umidi mentre, se il decapaggio interesserà tutta la chioma, il prodotto sarà steso con un pennello su tutta la chioma asciutta. La posa dura circa mezz'ora e dopo c'è il risciacquo.

Cosa fare dopo il trattamento

Anche se il decapaggio è un trattamento meno invasivo, rispetto alla decolorazione, al termine del trattamento il capello risulta più poroso e delicato. Per questo bisognerà applicare maschere nutrienti e ristrutturanti, seguendo le indicazioni del parrucchiere, che aiuteranno a richiudere le squame, così da rendere ottimale l'applicazione della colorazione. La maschera nutriente dovrà essere applicata almeno una volta alla settimana. Evitate il decapaggio se i vostri capelli sono deboli e fragili: in questi casi meglio chiedere il parere del parrucchiere e, nel caso, rimandare il trattamento.