Laura Biagiotti è morta questa notte a Roma, dopo essere rimasta in terapia intensiva all'Ospedale di Sant’Andrea in gravissime condizioni per più di 24 ore a causa un arresto cardiaco. I medici avevano avviato l'iter per accertare la sua morte cerebrale ma purtroppo non c'è stato nulla da fare. I funerali si terranno domani alle ore 11 nella capitale, la città a cui è stata sempre legatissima, tanto da avergli dedicato anche un iconico profumo. La stilista, definita dal New York Times la "regina del cashmere", è stata una figura rivoluzionaria nel mondo della moda: non solo avuto il merito di costruire un'azienda tutta al femminile, ereditando l'atelier della mamma Delia, ma ha anche esportato un'eccellenza italiana in tutto il mondo.

I suoi abiti sono delicati, femminili, sensuali, avvolgono il corpo in modo naturale, esaltando i punti di forza di ogni donna. Non è un caso che le modelle della Biagiotti sono state definite delle vere e proprie bambole e che hanno incantato tutti in passerella. Grazie al suo stile elegante, sensuale e femminile, la Biagiotti ha attirato l'attenzione di diverse star, che le hanno chiesto spesso di curare i propri look e che sono apparse in prima fila a tutte le sue sfilate. Tra i nomi più noti spiccano quelli di alcune donne che hanno fatto la storia dello spettacolo italiano come Marta Marzotto, amica e collega che condivideva con lei la passione per la moda, Romina Power e i sua figlia Cristel Carrisi, Mara Venier, Carla Fracci, Nancy Brilli, Virna Lisi, Milly Carlucci, Lorella Cuccarini, Milva.

Lo stile senza tempo della Biagiotti ha stregato anche celebrità più giovani e famosissime negli ultimi anni come Alena Seredova, Natasha Stefanenko, Cristina Chiabotto, Elena Barolo, dimostrando che i suoi abiti sono perfetti anche per le donne che vogliono avere dei look freschi e contemporanei. Insomma, le donne famose che hanno chiesto consulenza a lei in fatto di look sono moltissime, segno del fatto che le sue creazioni femminili e glamour riescono a esaltare la bellezza di ognuna di loro. Nelle ultime ore sono state moltissime quelle che hanno voluto dedicarle un ultimo pensiero, da Maria Grazia Cucinotta a Elena Santarelli, che l'ha ringraziata per averla fatta sfilare per la prima volta a soli 16 anni alla Milano Fashion Week. A ereditare la sua azienda sarà probabilmente la figlia Lavinia, già presidente della Maison da qualche anno: sarà lei a firmare le prossime collezioni del brand?