Pietro Boselli è il professore 27enne di origini veronesi che lo scorso anno ha fatto impazzire il web. Ha un dottorato di ricerca in Ingegneria meccanica, un lavoro come assistente al corso di matematica presso l’University College of London e le studentesse non hanno potuto fare a meno di notare la sua bellezza e i suoi muscoli.

Gli scatti “rubati” nelle aule universitarie sembrano però essergli serviti, visto che lo hanno portano molto lontano. Pietro oggi è stato scelto come testimonial da Giorgio Armani ed appare nelle foto del catalogo EA7, la linea sportiva creata dallo stilista italiano. Con i suoi addominali scolpiti, lo sguardo profondo e il fascino irresistibile è l’uomo perfetto per sponsorizzare i capi della maison. Il “professore-modello” vanta una sicurezza estrema di fronte l'obiettivo e sembra essere nato per il mondo della moda. In realtà non è nuovo al fashion system. E’ stato scoperto da Giorgio Armani da piccolissimo, a soli 7 anni, molto prima che le foto delle sue lezioni infiammassero il web, ha posato per la collezione Junior, ha fatto il suo debutto in passerella nel 2011 con la linea Emporio ed era presente anche alle ultime sfilate dello stilista italiano.

Ha poi lavorato per Moschino, per Jeremy Scott e per Abercrombie, che con foto in slip e tartaruga in mostra hanno saputo esaltare la sua incredibile bellezza. La storia di Pietro Boselli sembra una vera e propria favola, visto che oggi è un modello a tutti gli effetti. Il curriculum di tutto rispetto del giovane veronese dimostra che è proprio vero che gli uomini possono essere bellissimi ed anche intelligenti, basta solo "scovarli" tra le università di tutto il mondo.