Con passare dei decenni, il concetto di sensualità e di bellezza femminile è completamente cambiato. Un tempo venivano considerate sexy le donne formose, quelle che con una scollatura appena accennata mostravano il décolleté in modo raffinato e che con le loro forme e la loro eleganza diventavano il sogno erotico di ogni uomo. Marylin Monroe o Grace Kelly erano capaci di far sognare con il loro fascino da “svampite” e con quel loro stile mai volgare, che lasciava davvero lo spazio all’immaginazione. Oggi, i tempi sono cambiati e la parola d’ordine dei giorni nostri è apparire, mostrando a tutti i costi i propri punti forti, come un seno abbondante o un lato b perfetto. Per le celebrità, il concetto di eleganza sembra essere antiquato ed astratto e sono sempre di più quelle che lascerebbero in secondo piano la raffinatezza nella scelta del look.

L’unica cosa importante per le star è far parlare di sé e creare scandalo, anche se questo significa mettere in bella mostra un seno rifatto o indossare spacchi inguinali per far notare a tutti le proprie gambe lunghe. Insomma, sono finiti i tempi in cui il sobrio spogliarello di Sophia Loren ha fatto passare notti insonni a migliaia di uomini. All’epoca, un paio di calze a rete o una bretella di un reggiseno casualmente caduta sulla spalla erano capaci di sedurre come non mai. Oggi, invece, tra Kim Kardashian che ha fatto del suo fondoschiena una moda e Madonna che, superati i 50 anni, non perde occasione per mettere in bella vista gambe e décolleté, il gioco malizioso della seduzione sembra essere decisamente morto.