Milano Fashion Week Donna autunno-inverno 2012, sfilata C'N'C Costume National

La collezione Autunno/Inverno 2012-2013 di Costume National non smentisce lo stile minimal e post moderno, tutto giocato su forme squadrate e colori scuri, che ha reso famoso il desiger Ennio Capasa. La donna presentata in passerella è la cittadina di una metropoli virtuale che crea il suo look mescolando streetwear e eveningwear. Capasa reiterpreta alcuni pezzi forti del guardaroba femminile, come parka, bikers e tuxedo, lavorando sui conrasti tra materiali differenti grazie ai quali  riesce a creare un gioco visivo di grande impatto, a metà strada tra lucentezza ed opacità. La "Femme" di Costume National è una post punk che da grande importanza al look, scegliendo di essere chic ma con uno stile innovativo e moderno. Volumi geometrici e linee squadrate sono ancora una volta protagoniste nelle collezioni firmate Capasa con giacche e abiti destrutturati, pantaloni super skinny ed accessori essenziali. Le superfici dei tessuti scelti per il prossimo inverno sembrano specchi riflettenti: la vernice, nera o blu, si mescola con materiali opachi o viene esaltata da paillettes trattate. I colori sono scuri, non c'è accenno al colore brillante, nonostante questo i capi risultano lucenti grazie a tonalità di blu intenso e nero luccicante.

La collezione – Per il prossimo Autunno/Inverno Capasa realizza una serie di completi dalle forme essenziali composti soprattutto da minigonne a portafoglio e pantaloni stretti abbinati a giacche corte, bikers e cappotti dalle linee innovative. Gli abiti sono pochi, soprattutto corti, la donna Costume indossa pantaloni e shorts. I completi più interessanti sono proprio quelli con giacca o gilet abbinati a pantaloncini corti in pelle verniciata.

Costume National Milano Fashion week 2012

La sovrapposizione di capi in materiali differenti rende ogni look innovativo, fondendo tra loro lana, pelle e materiali sintetici. Coprispalle dal collo alto e maglioncini molto corti arricchiscono bluse e shits dalle forme semplici. Gli inserti in pelliccia decorano capispalla e top mentre fantasie rigate in velluto ricoprono i minidress dai toni scuri. Gli accessori sono ridotti all'osso, nessun bijoux arricchisce il look della donna firmata Costume National, la quale scegli esclusivamente clutch rettangolari in pelle e stivali dal tacco largo.

La sfilata e il backstage – Il fashion show era in perfetto stile Costume National, con passerella nera e scenografia minimale. Una bad rock suonava dal vivo la colonna sonora della sfilata. Diversi ospiti importanti hanno presenziato all'evento: Jonathan Kashanian, Justine Mattera, Andy dei Bluvertigo e Anna dello Russo. Emma Marrone ha però catturato su di sè l'attenzione del pubblico e dei media.

La vincitrice di Sanremo 2012 ha partecipato allo show con un look bicolor firmato Costume National. Ennio Capasa aveva disegnato per lei gli abiti da indossare durante la kermesse musicale e probabilmente la cantante, che di solito non partecipa a tali eventiu mondani, ha voluto rendere omaggio con la sua presenza allo stilista che ha curato la sua immagine durante il festival. Prima della sfilata Emma è stata assediata da gornalisti e fan in cerca di un autografo. La giovane star era visibilmente in imbarazzo a causa di tutti i riflettori puntati su di lei. La situazione si è sciolta nel backstage dove Emma e gli altri ospiti hanno reso omaggio al padrone di casa, concedendosi ai giornalisti e facendo foto con i fan.