Un'atmosfera post industriale accompagna il bohemian sognatore disegnato da Ennio Capasa direttore creativo di CoSTUME NATIONAL.

Atmosfera post industriale per CoSTUME NATIONAL che, nell'ambito della settimana milanese dedicata alla Moda Uomo 2012, presenta il proprio fashion show all'interno di un ex capannone industriale, in una delle zone più trendy e all'avanguardia di Milano. L'uomo immaginato dal direttore creativo della Maison, Ennio Capasa, è un moderno bohemien, un nuovo sognatore, attento allo stile, pronto a sperimentare e a rinnovare la propria immagine con outfits dalle linee decise. Nella collezione per l'Autunno/Inverno 2012 lo stilista ha scelto di mixare stili, tessuti e materiali differenti per creare un look d'impatto basato sul contrasto visivo: giacche di costruzione sartoriale con la parte posteriore in maglia, cappotti dalle linee eleganti abbinati a bikers sportivi, trench e bomber indossati insieme, capi realizzati in maglia e pelle.

Dalla scelta della location fino ai volti dei modelli e alle musiche dello show tutto era perfettamente sintonizzato con il mood della collezione, in cui l'uomo è presentato come un cittadino di una nuova realtà, moderna e futuristica, lontano dallo stile yuppie dell'attuale uomo di Wall Street che decreta la fine economica della società odierna. Un uomo che reinventa se stesso con accostamenti azzardati ed aggressivi, con cappotti legati sulle spalle, pantaloni e giacche dalle forme geometriche destrutturate e scarpe dalla suola alta con punta lucente in metallo.

Capasa ancora una volta presenta una collezione all'avanguardia, mettendoci dentro ispirazioni ed immagini iconiche di un mondo post industriale. Quello di CoSTUME NATIONAL è l'uomo nuovo capace di risollevare le sorti di una società ormai allo sbando.

Costume National trio

I tessuti scelti dal direttore creativo rispettano alla perfezione il mix indossato dal bohemien sognatore dato che abiti, pantaloni, maglioni  e capospalla sono relizzati con una fusione tra mohair e panni a contrasto, jersey, cotone, flanella, fustagno e feltro. Colori decisi come nero, blu navy, grigio e bordeaux, senza dimenticare il bianco ed il ghiaccio ricoprono l'intera collezione. Anche gli accessori, borse e scarpe, rispettano la scelta "remix" di CoSTUME NATIONAL. Pelle di cervo, vitello e cavallo unite a tessuti e materiali plastici vengono utilizzate per le grandi shopping bag e per le pochette a mano con manico frontale. Tipologie di scarpe differenti, come stringate, stivaletti e bikers, sono realizzate con fondo alto in gomma e punte ricoperte di acciaio pallido.

Il designer Ennio Capasa ha riassunto così il concept di tutta la collezione invernale: "Dopo gli eccessi del marketing e la dipendenza creativa dalla finanza, vogliamo uomini nuovi che sognino, amino con indipendenza e passione. Bohemians and dreamers"

Vip da CoSTUME NATIONAL

Una parata di star italiane hanno presenziato il fashion show aggiungendo un tocco di glamour all'evento. Il primo ad arrivare, con un'elegante completo grigio e cappello in feltro nero old style, è stato l'ex concorrente del Grande Fratello ed esperto di moda Jonathan Kashanian il quale con garbo e simpatia si è concesso ai flash di fotografi e fan. Il conduttore di Striscia la Notizia ha presenziato all'evento osservando con attenzione la collezione di moda. Tra gli altri ospiti l'ex Iena Paolo Kessisoglu, Justine Mattera, Stefania Rocca e l'ogni presente fashion director Anna Dello Russo accompagnata dal suo cagnolino che ha assistito tranquillo alle prove della sfilata.