Mancano pochissimi giorni all'inizio degli esami di maturità e sono molti gli studenti che si stanno preparando a una delle sfide più importanti e temute della loro vita, studiando dalla mattina alla sera e cercando di memorizzare il maggior numero di informazioni possibili. E' chiaro che in un periodo tanto delicato come questo è consigliabile seguire un'alimentazione specifica, così da aumentare l'energia, combattere lo stress e la fatica, favorire la memoria e la concentrazione e ottenere risultati migliori agli esami. E' fondamentale cibarsi in maniera corretta fin dalla colazione, il pasto che deve fornire il maggior numero di energie per affrontare al meglio la giornata, e dovrebbe essere a base di yogurt greco, avena, caffè e cioccolata fondente: ecco quali sono i consigli di Marco Bianchi su cosa mangiare prima dell'esame di maturità 2019.

Dieta del maturando: i cibi da mangiare prima degli esami

Marco Bianchi è il food mentor e appassionato di cucina diventato una star dei social grazie ai suoi consigli sul mangiar sano. Su Instagram conta 254.000 followers e nei suoi post spiega come mangiare in modo sano senza sottoporsi a diete rigorose, stenti e sacrifici. Di recente è stato intervistato da Fanpage.it e ha spiegato la corretta alimentazione da seguire prima degli esami di maturità, così da aiutare gli studenti alle prese con questo momento importante a dare il meglio di loro. Ha rivelato quali sono i cibi che favoriscono la concentrazione e la memorizzazione, dalle verdure ai legumi, fino ad arrivare alla barbabietola:

 Ferro, acido folico e vitamina C è un trittico che deve essere presente in questo periodo nella vostra alimentazione perché attivano il cervello, permettono di memorizzare meglio tutto quello che andrete a studiare. Portiamo a tavola tutto ciò che è verdura a foglia larga, quindi dalla lattuga agli spinaci novelli, anche farina di legumi, una bella farinata, una frittata con la farina di ceci, una zuppa fredda di lenticchie, un'insalata fredda di ceci con della feta all'interno, giocate molto con i legumi e poi la barbabietola rossa. 

Il food mentor ha spiegato che in questo periodo è fondamentale seguire una dieta equilibrata, non abusando di un determinato cibo piuttosto che di un altro, anche se allo stesso tempo bisogna essere felici a tavola, visto che i pasti coincidono con i momenti di pausa-studio. Per quanto riguarda il menù da consumare nella fatidica notte prima degli esami, il suo consiglio è puntare tutto su cereali, carboidrati e frutta secca:

Bisogna evitare tutto ciò che è fritto, tutti gli oli troppo riscaldati e le proteine, quindi dovremmo imparare a consumare dei cereali, dei carboidrati, meglio integrali, e poi prima di andare a dormire tre o quattro noci che grazie al triptofano ci permetteranno di riposare serenamente. 

Insomma, prima dell'esame bisogna puntare tutto su alimenti freschi e poco cotti come pesce azzurro e sushi, su cibi ricchi di vitamine e sali minerali come verdura e frutta fresca e tutto ciò che contiene carboidrati integrali, capace di risvegliare la mente e favorire la memorizzazione. La colazione? Secondo il food mentor è questo il pasto più importante della giornata perché nelle ore successive si consumano molte energie. Il suo consiglio è:

Potete mangiare dello yogurt greco, è bello ricco di proteine, ci aggiungeremo betaglucani, ovvero avena, in modo tale che anche il nostro sangue venga arricchito di grassi buoni, e una bella tazza di caffè per chi già è abituato a prenderlo, soprattutto il giorno dell'esame. L'unica chicca che do è quella di abbinarlo assolutamente a del cioccolato fondente, quindi del cacao deve essere presente almeno al 70% e abbinato al caffè permetteremo di amplificare la potenzialità di questi due alimenti. 

I cibi da evitare prima della maturità

Marco Bianchi ha inoltre fatto riferimento anche ai cibi e alle bevande da evitare quando si è alle prese con la preparazione dell'esame, dagli alcolici ai fritti, fino ad arrivare alla farina 00. A tal proposito ha spiegato:

Evitiamo assolutamente di bere superalcolici, anzi anche alcolici in generale, il fritto, i carboidrati raffinati, la famosa farina 00 e tutto quello che viene prodotto con questa, e i troppi zuccheri semplici, tutto questo perché il nostro cervello ne abuserebbe e tutte le nostre energie non si concentrerebbero sullo studio e sulla concentrazione ma su tutt'altro.

Per quanto riguarda il caffè, una delle bevande più consumate in un periodo stressante come quello che precede gli esami poiché permette di ricaricarsi nei momenti di maggiore stanchezza, è importante non abusarne. Secondo il food mentor l'ideale è consumare una tazza a colazione, a patto che si sia già abituati a prenderlo, concedendosi qualche tazzina in più il giorno dell'esame. Se durante la maturità arriva la stanchezza o un vuoto di memoria? Il consiglio di Bianchi è questo:

Nel caso in cui non possiate alzarvi da dove siete, tenete in tasca un po' di uvetta sultanina e delle noci, delle mandorle e dei pistacchi. Bevete poi molta acqua perché permette di risvegliare il cervello nel momento in cui vi sentite un po' stanchi.