lenti a contatto come sceglierle

Vi capita più spesso di dire: "Non ci vedo più dalla fame" o "Non ci vedo più" ? Nel primo caso basterà portarsi sempre dietro un frutto o uno snack per smorzare l'appetito, nel secondo caso, probabilmente non avete più dieci decimi di vista! Miopia e astigmatismo costringono migliaia di persone a portare gli occhiali, tant'è vero che di recente vi abbiamo mostrato il trucco per chi porta gli occhiali! Pratici e disponibili in tanti diversi modelli da abbinare al proprio viso e al proprio look, gli occhiali risolvono il nostro deficit, ma spesso ci appesantiscono il viso o ci fanno sentire meno attraenti. Per ridare luce agli occhi si possono usare le lenti a contatto che correggono la vista in modo discreto, senza farsi notare.

Le lenti a contatto devono essere sempre consigliate dal proprio oculista, che dopo un'attenta visita potrà determinare se il nostro occhio sia o meno in grado di sopportare le lenti a contatto e quale tipo potrà fare al caso nostro. Infatti se date un'occhiata nei negozi vi accorgerete che ne esistono di tanti tipi e noi siamo pronte per elencarvi le principali differenze.

  • Lenti a contatto morbide, dette anche lenti idrofile: sono particolarmente confortevoli e si adattano facilmente alla forma dell'occhio perchè ossigenate e idratate, ma possono anche sporcarsi in fretta perchè assorbono le impurità come una spugna, perciò serve un occhio con una buona lacrimazione e vanno cambiate spesso.
  • Lenti a contatto semirigide, o gas permeabili: sono più indicate per chi ha una scarsa lacrimazione e hanno una discreta ossigenazione che le rende piuttosto comode da portare. Essendo in parte rigide sono inoltre consigliate per chi deve correggere l'astigmatismo e hanno una durata maggiore delle lenti morbide. Tuttavia non sono adatte per praticare attività sportiva e all'inizio l'occhio ha qualche difficoltà a tollerarle.
  • Lenti a contatto rigide: sono le prime nate per offrire una comoda alternativa a chi è costretto a portare gli occhiali. Sono realizzate con un materiale non flessibile e perciò l'ossigenazione della cornea avviene grazie al ricambio lacrimale.  Sono tutt'ora le più consigliate in caso di difetti della vista piuttosto importanti. Durano parecchio tempo ed è possibile pulirle in maniera davvero accurata e sicura. Tuttavia sono difficili da tollerare e l'occhio ha bisogno di tempo per abituarsi a portarle.
  • Lenti a contato cosmetiche: anche se vengono per lo più utilizzate per il vezzo di cambiare colore degli occhi, in realtà sono nate e spesso consigliate dagli oculisti, per correggere malformazioni e alcune patologie quali: l'ambliopia; le opacità oculari; la fotofobia, l' aniridia (assenza di iride), l' albinismo e l'iridectomia.

Quando l'oculista consiglia l'uso delle lenti a contatto, bisogna osservare alcune importanti regole per la salute. Anzitutto prima di indossarle bisogna sempre lavare le mani con il sapone liquido, mai la saponetta dove è più facile che si annidino germi. Inoltre è da sfatare la leggenda che in casi estremi le lenti a contatto possono essere idratate con la propria saliva! Per evitare rimedi improbabili e possibili infezioni, bisogna invece portare sempre con sè tutto il necessario per poterle pulire ed eventualmente anche togliere! Può capitare infatti che gli occhi mal sopportino le lenti in certi giorni e bisogna avere il buon senso in questi casi di toglierle immediatamente e di utilizzare gli occhiali. Quando l'occhio non tollera le lenti a contatto infatti non va forzato per nessun motivo, perchè si rischiano gravi danni all'occhio!

Per indossare le lenti a contatto non esistono regole precise, perchè con un pò di pazienza e di dimistichezza, ciascuno trova il metodo che gli è più congeniale! In ogni caso è sempre bene stare attenti a non invertire le lenti e a non indossarle nel senso sbagliato. Inoltre dopo aver lavato le mani con cura è bene asciugarle con una salvietta che non lasci pelucchi sulle dita.  Dopodichè si tratta solo di inumidire le lenti con una goccia di soluzione apposita e di posizionarle all'interno degli occhi, aiutandosi con le dita per tenere le palpebre aperte durante l'operazione! All'inizio può sembrare impossibile, ma col tempo diventa una pratica davvero semplice!

Un ultimo consiglio in vista dell'estate, se decidete di indossare le lenti a contatto per andare al mare, scegliete quelle usa e getta e prima di entrare in acqua indossate gli occhialini da piscina per evitare di perderle!