Volete risparmiare sulle bollette ma non sapete come fare? Sarete lieti di sapere che bastano alcuni piccoli accorgimenti per alleggerire la cifra da pagare. Molte delle nostre abitudini quotidiane, infatti, sono assolutamente sbagliate e non fanno altro che favorire inutili sprechi, aumentando consumi di luce e gas. Il frigorifero va aperto solo se necessario, le luci dell'albero di Natale devono essere led, le pentole vanno usate col coperchio: ecco tutto quello che bisogna fare per risparmiare sulle bollette.

Frigorifero – Il frigorifero è l'elettrodomestico che consuma di più in cucina, visto che deve rimanere acceso 24 ore su 24. Per risparmiare, però, esistono dei piccoli "trucchi": aprirlo solo quando realmente necessario, tenerlo lontano da fonti di calore e staccarlo dal muro di circa 10 cm. Così facendo, le bollette diminuiscono di almeno 23 euro all'anno. L'ideale, però, sarebbe sostituire il frigo con una classe A+, ovvero una classe energetica migliore che permette di risparmiare fino a 32 euro all'anno.

Lavastoviglie – Anche la lavastoviglie viene utilizzata spesso in modo inappropriato, favorendo gli sprechi di energia. Sarebbe bene farla partire solo a pieno carico e con un programma a risparmio energetico (da scegliere però solo se si adatta alla tipologia di sporco da trattare). Come se non bastasse, se il ciclo viene bloccato prima che asciughino i piatti, si risparmia fino a 18 euro all'anno.

Forno elettrico e microonde – Il forno a microonde consuma meno rispetto a quello tradizionale, dunque bisognerebbe utilizzarlo sia per scongelare i cibi che per cucinare e scaldare, facendo però bene attenzione a evitare alcuni alimenti che a contatto con le onde elettromagnetiche diventano tossici. Per risparmiare con il forno tradizionale, invece, è necessario non lasciarlo in stand-by e spegnerlo un attimo prima che i piatti siano pronti, così da sfruttare il calore interno per terminare la cottura.

Pentole – Tra le bollette più care che regolarmente paghiamo ci sono quelle del gas ma è possibile alleggerirle scegliendo le pentole giuste. Quelle a pressione, ad esempio, sono le più convenienti poiché fanno risparmiare circa 8 euro all'anno. In alternativa si possono usare anche quelle tradizionali, a patto che non si rinunci al coperchio. La fiamma, inoltre, non deve mai essere troppo alta e va spenta qualche minuto prima di completare la cottura, così da sfruttare il potere del vapore che ormai si è sviluppato.

Lavatrice – Cosa bisogna fare per far sì che i lavaggi in lavatrice siano "low-cost"? Innanzitutto è necessario scegliere il programma più adeguato alla situazione, evitando le temperature troppo elevate quando possibile. Sarebbe bene, poi, optare per un elettrodomestico di classe energetica superiore, rispettare le fasce orarie serali e attivare il lavaggio solo a pieno carico.

Riscaldamento e condizionatore – Il riscaldamento e il condizionatore spesso danno vita inutili sprechi di energia. Per risparmiare è consigliabile abbassare la temperatura del riscaldamento di un grado e spegnerlo quando si è via, mentre, per quanto riguarda il condizionatore, bisognerebbe deumidificare piuttosto che raffreddare. Così facendo, si riescono ad alleggerire le bollette di circa 85 euro all'anno.

Luci – Quante volte si lasciano le luci accese in tutta la casa senza che la cosa sia davvero necessaria? Spegnerle fa risparmiare circa 30 euro all'anno. Come se non bastasse, sarebbe bene scegliere le lampadine giuste, ovvero quelle a incandescenza che sono a basso consumo. Per quanto riguarda i fili luminosi da usare per decorare l'albero di Natale, bisogna optare per i led, così da risparmiare almeno 4 euro.