Le pareti di casa devono essere pulite regolarmente perché possono essere macchiate da polvere, pennarelli, dalle insopportabili macchie di muffa o ingiallite dai riscaldamenti. Anche il fumo di una sigaretta può sporcare le pareti, quindi prestate ben attenzione a cosa le ha annerite per trovare la soluzione più giusta.

Vediamo allora come pulire le pareti di casa con una mini guida ricca di rimedi efficaci e consigli utili.

Come pulire le pareti di casa: le tecniche per eliminare polvere e sporco.

Scopriamo allora gli step da seguire e i consigli per una pulizia profonda e per eliminare la sporcizia dalle pareti di casa con le tecniche per rimuovere polvere e aloni. Ecco come fare.

Eliminare la polvere.

Prima di procedere con la pulizia delle pareti, eliminate la polvere: coprite, con un telo divani, poltrone e mobili per evitare di impolverarli e di sporcarli in seguito nella fase di lavaggio. Partite dal soffitto utilizzando un piumino che abbia un telescopio allungabile, oppure utilizzate un normale spazzolone attorno al quale avrete legato un panno in microfibra per catturare meglio la polvere anche dagli angoli.

Dopo il soffitto pulite le pareti: togliete quadri e stampe dai muri e spolverate prima dall'alto verso il basso e poi in orizzontale. Ciò servirà anche ad evitare la formazione di aloni dopo la pulizia.

Lavare le pareti per eliminare i segni dal muro

Bisogna poi procedere pulendo le pareti: se la pittura è lavabile, sia che si tratti di pareti bianche o di muri colorati, potete tamponare le pareti con una spugna imbevuta in una soluzione di acqua e sapone neutro: strizzatela bene e dopo passate una panno umido per eliminare le tracce di sapone. Se la pittura non è lavabile procedete con più cautela e solo dove ci sono segni da eliminare, soprattutto quelli di quadri e mobili che hanno lasciato l'alone vicino alla parete: in questo caso potete utilizzare del dentifricio adatto ad eliminare questo tipo di aloni. Strofinatelo sulle zone interessare, lasciate agire alcuni minuti e poi sciacquate con un panno morbido e leggermente umido. Non utilizzate mai panni troppo imbevuti e fate asciugare bene le pareti.

Se le vostre pareti sono rivestite con carta da parati, spolverate con un panno di cotone e, se si tratta di carta da parati lavabili potete utilizzare acqua e sapone neutro oppure acqua con un po' di ammoniaca. Dopo risciacquate con acqua pulita e un panno umido. Infine asciugate la parete picchiettandola con un panno morbido e asciutto. In caso di carta da parati non lavabile limitatevi ad eliminare la polvere e agite con cautela solo sulle singole macchie, senza bagnare troppo la carta.

Come pulire le pareti di casa: i rimedi per eliminare le macchie.

Per pulire lo sporco dalle nostre pareti bisogna agire in modo mirato in base alla macchia da eliminare. Vediamo quali sono quelli più efficaci.

Macchie di muffa.

Se dovete togliere le macchie di muffa dalle pareti di casa potete utilizzare due metodi efficaci: quello più veloce consiste nel passare prima un panno asciutto e poi uno bagnato con acqua ossigenata per poi asciugare le pareti con un phon. Infine passate una spazzola per eliminare i residui.

Vediamo ora un altro metodo efficace per eliminare le macchie di muffa dalle pareti: prendete un panno pulito e asciutto e bagnatelo in una soluzione che realizzerete con 1 litro di acqua, tre cucchiai di bicarbonato di sodio e tre cucchiai di sale. Inserite il liquido in un contenitore con spruzzino e pulite le zone da trattare. Infine asciugate con il phon. Ricordate di indossare i guanti e una mascherina.

Macchie di pennarelli, penna o tempera.

Capita spesso, soprattutto se in casa ci sono bambini piccoli, di ritrovarsi strani scarabocchi sulle pareti di casa. Che siano pennarelli, penna o tempera, per eliminare queste macchie utilizzare acqua calda e sapone di Marsiglia: tamponate la zona con una spugna a lasciate agire per almeno trenta minuti. In caso di macchie più resistenti fate un'altra passata utilizzando questa volta acqua e bicarbonato: fate solo attenzione alla vernice in quanto è una soluzione più forte che potrebbe rovinarla. Il consiglio è quello di fare prima una prova su una zona nascosta.

Macchie di unto, pomodoro e cioccolato.

Le pareti della cucina possono macchiarsi facilmente a causa di alimenti come sugo e olio. Vediamo come pulire le diverse macchie. Se si tratta di macchie di sugo o salsa di pomodoro, pulite le macchie con il limone: mettete il succo sulla zona da pulire, lasciate agire per almeno un'ora e poi sciacquate con acqua e sapone neutro. Per eliminare le macchie di unto dalle pareti  vi occorrerà della trementina da strofinare con un panno lasciando agire per alcuni minuti.  In caso di macchie di cioccolato applicate un composto di acqua e sale sulla parete per almeno mezz'ora. Dopo eliminate il tutto con un panno imbevuto di acqua fredda e lasciate asciugare.

Se sulla parete è stato versato del liquido: coca cola, caffè o tè, asciugate subito con della carta assorbente, in questo modo non si formeranno macchie o aloni.

Macchie gialle dovute a fumo, stufe, termosifoni e camini.

Sulle pareti di casa ci ritroviamo spesso macchie gialle causate da termosifoni e stufe, ecco cosa fare per eliminarle: arieggiate la stanza, indossate guanti e mascherina e mettete della candeggina su un panno di cotone, strofinate leggermente sulla macchia e poi sciacquate utilizzando un panno umido: tamponate e poi fate asciugare. In caso di macchie gialle causate da camino di solito la soluzione più efficace è ridipingere la parete in quanto lo sporco causato dal fumo è più difficile da pulire. Una volta ridipinto potete però prevenire la formazione di aloni dovuta al fumo passando l'aspirapolvere sul muro almeno una volta al mese: sulla spazzola dell'aspirapolvere posizionate un panno in microfibra per eliminare bene tutti i residui.