La muffa è un fungo pluricellulare che prolifera sotto forma di spora nei luoghi particolarmente umidi. Quando si forma sulle pareti di casa potrebbe essere un problema non solo estetico: se non viene rimossa immediatamente, si rischia infatti di andare incontro a problemi più gravi sia per la propria salute che per i muri di casa. La muffa, con il suo cattivo odore caratteristico, rilascia delle tossine nell'aria e potrebbe provocare allergie, asma e problemi ai polmoni, oltre che le classiche ed antiestetiche macchie verdi sulle pareti. È possibile rimuoverla in modo facile e veloce con rimedi naturali e seguendo alcuni semplici consigli.

Quali sono le cause che generano la muffa?

La muffa compare prima sotto forma di piccoli puntini neri per poi andare a formare chiazze scure e più compatte, che ritroviamo soprattutto in quelle stanze dove si forma la condensa: quelle piccole gocce di acqua causate dal vapore acqueo presente nell'aria e che condensa a contatto con le pareti fredde. Le cause che portano a tutto ciò sono essenzialmente due:
• isolamento termico delle pareti non sufficiente;
• abitudini sbagliate di riscaldamento e di ventilazione dell'abitazione: ricambio d'aria insufficiente, biancheria messa ad asciugare al'interno della casa quando fuori fa freddo.

Perché la muffa si sviluppi devono presentarsi contemporaneamente queste condizioni: poca luce, presenza di spore, condensa e temperatura interna più alta di quella esterna.

La muffa si presenta soprattutto negli spigoli in alto delle stanze, dove il soffitto si incontra con il muro esterno. Di solito le stanze più a rischio sono bagno e cucina perché il vapore causato dall'acqua calda della doccia e i fumi della cucina favoriscono la formazione di muffa, soprattutto se le stanze non sono ben arieggiate. Il ricambio deve avvenire anche più volte al giorno ma per non più di dieci minuti per evitare che la temperatura interna si abbassi troppo.

Come eliminare la muffa dai muri con i rimedi naturali

Una volta formata, la muffa va eliminata con attenzione senza dimenticare di pulire bene gli angoli dove si annidano più facilmente i funghi e sono difficili da eliminare. Vediamo quali sono i rimedi naturali più efficaci per togliere definitivamente la muffa dalle pareti di casa, in modo semplice e veloce.

Bicarbonato: con il bicarbonato possiamo preparare un efficace detersivo naturale in spray. Ecco cosa vi occorre e come prepararlo: una tazza di acqua, mezza tazza di aceto bianco, un cucchiaio di bicarbonato, cinque gocce di olio essenziale di lavanda e cinque gocce di olio essenziale di limone. Sciogliete il bicarbonato nell'acqua e poi aggiungete l'aceto e gli oli essenziali. Inserite il composto in un contenitore spray e spruzzate sulle pareti interessate dalla muffa lasciando agire per un'ora. Dopo rimuovete con un panno. Applicate questo rimedio naturale per una settimana senza risciacquare.

Acqua ossigenata: utilizzate 700 ml di acqua, due cucchiai di acqua ossigenata a 30 o 40 volumi, due di bicarbonato di sodio e due di sale fino. Sciogliete prima il sale e il bicarbonato in uno spruzzino che avrete riempito con l'acqua, dopo aggiungete l'acqua ossigenata e mescolate bene. Potete passare questo detersivo casalingo sulla muffa, magari aiutandovi prima grattando la zona con un vecchio spazzolino. Per proteggere mani e occhi usate guanti e occhiali protettivi.

Aceto bianco: per realizzare questo rimedio antimuffa diluite tre bicchieri di aceto in un litro e mezzo di acqua calda. Tamponate sulla parte interessata dalla muffa con una spugna ruvida. Una volta pulito bene, spruzzate un latro po' di aceto alla fine.

Tea tree oil: l'olio di tea tree ha un alto potere disinfettante. Per rimuovere la muffa versatene 15 gocce su un panno bagnato in acqua bollente e passate sulle zone da trattare sempre tamponando. Una volta tolta la muffa spruzzate l'aceto per completare l'azione disinfettante. Con il tea tree oil potete preparare anche un altro rimedio unendo: 250 gr. di sale fino, un cucchiaio di olio essenziale di tea tree, aceto bianco e quattro cucchiai di acqua ossigenata. Mescolate accuratamente tutti gli ingredienti e passate sui muri con una spugna o una spazzola.

Candeggina: la candeggina è uno dei rimedi più utilizzati per eliminare la muffa anche se va usato solo su pareti bianche, altrimenti le potrebbe scolorire. Basta spruzzare la candeggina sulle macchie di muffa e strofinare utilizzando un panno pulito. Se la muffa è tanta c'è bisogno di più passate: la prima toglierà la parte più superficiale, mentre le altre andranno più a fondo. Ricordate ad ogni passata di utilizzare la parte pulita del panno o di cambiarlo in modo da aumentarne l'efficacia pulente. Durante l'utilizzo non strofinate intensamente perché si potrebbe asportare una parte di pittura, inoltre indossate guanti e mascherina e arieggiate la stanza per evitare di respirare i residui.

Dopo aver eliminato la muffa dalle pareti è comunque consigliabile tinteggiarle per uniformare il colore scegliendo una pittura adatta "antimuffa" che, anche se non la terrà lontana per sempre, aiuterà a prevenirne la formazione in quanto fa traspirare le pareti lasciando il muro asciutto.

Consigli utili per evitare la formazione della muffa sui muri

  • Come prima cosa sarebbe bene far arieggiare le stanze della propria casa almeno per 5 minuti al giorno, anche quelle poco illuminate, così da evitare che si formi la muffa.
  • Tenete le serrande aperte di giorno e mantenete una temperatura stabile in tutta la casa, di circa 20 o 22 gradi.
  • In caso di pioggia, non aprite la finestra ed asciugate subito l’eventuale acqua entrata nell'appartamento.
  • È inoltre importante collocare i mobili ad almeno 5 centimetri di distanza dalla parete, in modo da poter tenere sotto controllo i muri.
  • Non asciugate la biancheria in casa e, subito dopo la doccia, fate arieggiare la stanza per far uscire tutto il vapore.
  • Evitate, poi, di arredare i locali troppo umidi con moquette e tappeti e, se proprio vi trovate di fronte ad un caso disperato, potrete sempre prendere in considerazione l’acquisto di un deumidificatore, che risolverà tutti i vostri problemi e che potete realizzare anche a casa posizionando nelle stanze interessate un contenitore con del sale grosso che catturerà l'umidità in eccesso. Per preparare questo deumidificatore: versate un chilo di sale grosso in uno scolapasta e mettetelo in una bacinella dove verrà catturata l'umidità.