Quante volte vi è capitato di avere le lenti degli occhiali da vista sporche o appannate, tanto da sentirvi immersi in una nebbia fitta? La pulizia degli occhiali è fondamentale per avere una visione ottimale: se gli occhiali da vista sono sporchi, possono causare stress visivo, che affatica i vostri occhi. Pulire gli occhiali diventa quindi importante per vederci chiaro, e per allungare la vita delle nostre lenti, la cui caratterisitica principale è proprio la trasparenza. Ecco quali sono i rimedi più efficaci e i consigli utili per mantenere gli occhiali puliti a lungo evitando di rovinarli.

Perché è importante pulire gli occhiali da vista

Come abbiamo visto le lenti da vista sono soggette a sporcarsi molto velocemente, ciò a causa di polvere, mani sporche, pioggia, smog, sudorazione, che possono causare un appannamento improvviso dei vostri occhiali. Le lenti sporche possono causare danni alla vista, non solo per motivi di igiene, ma anche a causa di una cattiva messa a fuoco di ciò che ci circonda. Per questo è fondamentale pulire gli occhiali quotidianamente: l'importante però è farlo nel modo giusto. Se la pulizia è fatta in modo errato o frettoloso, ciò potrebbe causare graffi agli occhiali, oppure si potrebbero creare delle strisce fastidiose sulle lenti. Ecco allora i metodi infallibili per pulire gli occhiali in modo corretto.

Panno in microfibra per la pulizia quotidiana

La pulizia quotidiana delle lenti deve essere eseguita con l'apposita pezzuola in microfibra venduta insieme agli occhiali. Va utilizzata ogni giorno per una pulizia veloce e per eliminare gli aloni. Per mantenerla al meglio, conservatela sempre nella custodia degli occhiali e non utilizzatela mai se sporca, altrimenti non avrà alcuna utilità. Periodicamente lavate i panni in microfibra per gli occhiali con acqua tiepida e sapone neutro, sciacquate e lasciate asciugare bene all'aria, prima di utilizzarla.

Spray specifici o alcool per le lenti molto sporche

Quando le lenti degli occhiali sono molto sporche o se ci sono segni di unto, allora bisogna agire in modo mirato. Esistono degli spray specifici che eliminano grasso e incrostazioni e che ritardano la formazione di sporco sulle lenti. Un errore comune è quello di spruzzare lo spray sulla pezzetta in microfibra e poi passare alla pulizia: spruzzatelo direttamente sulle lenti, asciugate con un fazzoletto di carta, e poi rifinite con la pezzetta in microfibra per completare la pulizia. In alternativa potete utilizzare le salviettine specifiche usa e getta oppure utilizzare un rimedio fai da te: l'alcool denaturato, quello rosa che utilizzate per disinfettare le ferite. Si tratta infatti di un prodotto economico, che tutti abbiamo in casa, e che aiuta a sgrassare le lenti dei vostri occhiali, ma senza rovinarli: non si tratta infatti di un prodotto sgrassante ma non aggressivo.

Lavaggio con acqua per la pulizia periodica

Periodicamente, poi, pulite i vostri occhiali con acqua e sapone neutro: andrà bene anche quello che utilizzate per lavare le mani. Assicuratevi però di utilizzare acqua tiepida: se la temperatura è troppo bassa o troppo alta, potrebbe danneggiarsi il trattamento antiriflesso dei vostri occhiali. Per la pulizia procedete in questo modo: insaponate accuratamente le lenti, sciacquate bene e asciugate con un fazzoletto di carta. Rifinite poi la pulizia con la pezzetta in microfibra degli occhiali.

Spazzolino da denti e sapone neutro per pulire i naselli

Oltre alla pulizia delle lenti non dimentichiamo anche la zona che si trova tra i neselli e le lenti: è qui infatti che si accumulano polvere e sebo, residui di sporco che potrebbero coinvolgere anche le lenti stesse. Lavate questa zona con uno spazzolino morbido e sapone neutro: spazzolat delicatamente, evitando di toccare le lenti. Sciacquate poi sotto acqua tiepida, scuotete leggermente e asciugate con il panno in microfiba. In questo modo anche i naselli torneranno splendenti.

I trucchi per avere lenti pulite senza rovinarle

Per la pulizia corretta dei vostri occhiali evitate di pulire le lenti con la prima cosa che vi capita sottomano: maglietta, tovaglia, polsino della camicia, cravatta, tovagliolo, carta da cucina ecc… Si tratta infatti di tessuti che possono presentare cuciture, che potrebbero rigare i vostri occhiali, mentre la carta del tovagliolo o quella da cucina, è spesso troppo rigida che non garantirà una pulizia corretta. Per questo è importante portare sempre in borsa la pezzetta in microfibra. Evitate poi di lasciare gli occhiali da vista in macchina sotto il sole: gli sbalzi di temperatura potrebbero danneggiare il trattamento antiriflesso. Tra i metodi della nonna c'è poi quello di utilizzare della carta igienica inumidita: purtroppo però non si tratta di un rimedio efficace, in quanto la cellulosa, strofinata sulle lenti, potrebbe rovinarle in modo irreversibile. In caso di emergenza utilizzate, al massimo, del cotone morbido.