Chi non sogna di avere capelli lucidi e sani? Per raggiungere risultati ottimali è necessario prendersi cura quotidianamente della chioma, evitando dei terribili errori che praticamente ognuno di noi ha commesso almeno una volta nella vita. Frederic Fekkai, un parrucchiere francese trasferitosi negli Stati Uniti, dove è diventato uno dei preferiti dalle star, ha rivelato quali sono le cattive abitudini più comuni e dannose per il proprio hair style, dall'usare troppo spesso la piastra allo spalmare il balsamo a partire dalle radici. Ecco tutto quello che bisogna fare per rivitalizzare i capelli, rendendoli fluenti, perfetti e lucenti.

1. Lavarli troppo spesso – Secondo Frederic Fekkai, chi ha i capelli grassi farebbe bene a lavarli al massimo tre volte alla settimana, così da non stressarli e rovinarli, anche se questi piani cambiano a seconda della qualità della chioma. Chi ha i capelli fini, in particolare, tende a optare per dei lavaggi quotidiani, l'ideale per loro è usare un prodotto volumizzante, così da non appiattirli e da farli sembrare più doppi.

2. Usare sempre la piastra – Uno degli errori commessi spesso quando si mettono in piega i capelli? Servirsi regolarmente di piastra o spazzole liscianti. Raggiungono temperature elevatissime e rischiano di bruciare la chioma. Considerando il fatto che a danneggiarla "naturalmente" intervengono anche inquinamento, raggi solari e cloro presente nell'acqua, i risultati potrebbero essere davvero poco desiderabili. Per ridurre al minimo i danni è consigliabile usare delle maschere che garantiscono la massima protezione dal calore.

3. Spruzzare lo shampoo a secco troppo vicino alle radici – Lo shampoo a secco è un'ottima soluzione da adottare quando non si ha abbastanza tempo per lavare i capelli. L'unica regola da seguire è evitare di spruzzarlo troppo vicino alle radici, è necessario mantenere una distanza di circa 20-30 cm dalla testa, così da evitare che la polvere rimanga sulla chioma.

4. Usare il balsamo sulle radici – Quando si fa lo shampoo, è necessario sciacquare bene i capelli, continuando fino a quando il sapone non è scomparso. I prodotti sul mercato, infatti, il più delle volte sono molto aggressivi e, se usati in quantità eccessive, rischiano di danneggiare la qualità del capello. Per quanto riguarda il balsamo, sarebbe bene evitare di applicarlo sulle radici poiché rischia di rendere la chioma pesante e piatta.

5. Non servirsi delle maschere – Chi fa spesso le tinture farebbe bene a usare regolarmente delle maschere. Abbinate a uno shampoo idratante, sono perfette per mantenere il colore invariato il più a lungo possibile, evitando così l'effetto "scambiato". Come se non bastasse, rafforzano anche la chioma (già indebolita dalla tintura), facendo sì che non diventi secca e sfibrata.

6. Scegliere un colore che non si abbina alla pelle – Scegliere il colore della tintura non è una passeggiata, l'ideale è non discostarsi troppo dalla tonalità naturale della chioma, anche se per avere un risultato perfetto è necessario guardare alla nuance della propria pelle. Se quest'ultima è molto chiara, è necessario optare per un effetto contrasto, mentre quelle che hanno una carnagione olivastra possono puntare sulla lucentezza.