rofes

"L'obbiettivo è non avere l'ansia quando apriamo l'armadio" così esordisce Stefania Di Mascolo, la professional organizer che a Fanpage.it rivela i segreti e tutti i consigli per organizzare l'armadio e avere un guardaroba sempre in ordine con cassetti ben sistemati e grucce posizionate nel modo giusto. "La professional organizer – spiega Stefania Di Mascolo – è una figura che aiuta le persone a vivere una vita meno stressante e soddisfacente attraverso la gestione e l'organizzazione del tempo, ma anche della casa e di spazi come dispense, guardaroba, garage eccetera".

Come ordinare il guardaroba e gli errori da non fare

Nei nostri guardaroba "di solito viene sempre fuori qualche capo che non mettiamo più, magari perché è rovinato, e che teniamo perché ci scoccia gettarlo via", spiega la professional organizer. E' inutile però sprecare spazio prezioso nei nostri armadi o nei nostri cassetti quindi bisogna forzarsi ed eliminare il superfluo. Per i lettori di Fanpage.it l'esperta, dinanzi ad un guardaroba disordinato ed eccessivamente pieno, svela quali sono gli errori da non fare quando si sistema il guardaroba e rivela alcuni trucchi, consigli e tips per organizzare nel modo giusto ogni tipo di armadio e cassetto. Ecco i i passaggi utili e i 9 semplici step da seguire per un armadio perfetto.

1. Come fare decluttering

Per riorganizzare l'armadio e trovare all'interno del guardaroba la giusta collocazione per gli abiti e gli accessori di cui abbiamo bisogno l'esperta consiglia di partire dal decluttering, che vuol dire eliminare il superfluo. E' dunque possibile eliminare ciò di cui non abbiamo bisogno attraverso questa semplice tecnica di "bonifica armadio". Come funziona il decluttering? Bisogna tirare fuori tutti gli abiti, i capi e gli accessori che solitamente abbiamo negli armadi e nei cassetti, svuotando tutto il guardaroba. Poi bisogna mettere tutto sul letto o dove siete più comodi e analizzare tutti i capi e gli accessori che si posseggono uno per uno per capire se si tratta di oggetti di cui abbiamo ancora bisogno o di cui possiamo fare a meno. E' possibile provare gli abiti di cui non siamo sicuri in modo da farci un'idea definitiva e scegliere con sicurezza se eliminare quel particolare capo. E' necessario poi eliminare gli abiti rovinati o rotti, quelli che non si possono riparare e quelli che hanno fatto il loro tempo. Nei differenti casi si può procedere a eliminare i capi troppo rovinati o a regalare quei capi e quegli accessori che non indossiamo perché non ci piacciono o non sono più della nostra taglia.

2. Come distinguere i capi da appendere e da piegare

I capi d'abbigliamento che vanno appesi sono quelli più leggeri e quelli delicati, come le camicie, i top e gli abiti in seta. I capi in cotone o i pullover più pesanti vanno piegati e sistemati nei cassetti. Per i maglioni bisogna valutare di caso in caso: quelli più leggeri e i cardigan aperti posso anche essere appesi, quelli pesanti in lana doppia o a collo alto vanno senza dubbio piegati e riposti in scaffali o nei cassetti. I maglioni più pesanti vanno riposti nei cassetti perché occupano molto spazio se appesi ma anche e soprattutto perché se sono appesi possono rovinarsi.

3. Come organizzare le giacche nel guardaroba

Nel guardaroba è bene fare una distinzione tra giacche, giacconi e cappotti dal resto del guardaroba, sia per una questione di spazio, sono infatti molto voluminosi, sia per una questione igienica, è meglio separare cappotti e giacconi che usiamo per uscire e che fuori casa poggiamo ovunque dai capi che invece teniamo indosso anche quando siamo fuori. In linea di massima dunque non bisogna appendere le giacche insieme agli altri abiti, meglio sistemarle tutte insieme in un altro scomparto dell'armadio.

4. Le grucce giuste per sistemare l'armadio

Mai usare nell'armadio le grucce sottili in metallo della lavanderia perché sformano e rovinano gli abiti se tenuti troppo tempo su queste ultime. Soprattutto sui capi in seta spesso resta il segno delle grucce in metallo all'altezza delle spalle. Evitare di scegliere anche grucce in legno e troppo grosse perché, seppure belle e resistenti, occupano uno spazio eccessivo nell'armadio e sono molto pesanti, dunque risultano faticose da tirar fuori dal guardaroba nel momento in cui scegliamo cosa indossare per vestirci. Le grucce migliori sono quelle sottili ricoperte da una superficie leggermente vellutata. Queste varianti sono le migliori perché da un lato le dimensioni sottili permettono di non ingombrare troppo il guardaroba, dando la possibilità di inserire più grucce sullo stesso stand, mentre e dall'altro il tessuto vellutato è utile per non far scivolare dalla gruccia pantaloni e altri abiti, soprattutto quelli più leggeri e quelli in seta.

5. Come sistemare i capi ritirati in lavanderia

Quando si ritirano i capi dalla lavanderia è bene liberarli dalle grucce in metallo ma anche dalla plastica sotto cui vengono solitamente posizionati dopo il lavaggio. I capi nell'armadio non hanno bisogno di essere coperti dalla plastica essendo già riposti in un luogo chiuso e protetto, dunque le coperture in plastica occupano solo spazio e rendono meno agevole i movimenti all'interno del guardaroba quando scegliamo i vestiti da indossare.

6. Inserire nel guardaroba rimedi naturali anti-tarme

Per difende maglioni, capi in lana e cotone e tutti gli altri vestiti riposti in scatole, sugli scaffali e nei cassetti del vostro guardaroba inserite semplici fogli e sacchetti anti tarme disponibili in commercio. Mentre un ottimo rimedio rimedio naturale e fai da te contro le tarme sono i chiodi di garofano da inserire nelle tasche di giacche, cappotti, pantaloni e cardigan in lana. Infine un buon rimedio contro le tarme è anche il legno di cedro.

7. Diamo un "periodo di prova" ai capi di cui non siamo sicuri

Per tutti i casi in cui non siamo sicuri di voler eliminare qualcosa e desideriamo dare a un capo di abbigliamento un "periodo di prova" la professional organizer consiglia un trucco semplice ed efficace. Quando usiamo un capo appeso su una gruccia si può girare verso di sé il gancio della gruccia, girando la parte alta dell'ometto nel senso opposto, in modo che alla fine della settimana o del "mese di prova" capiamo cosa effettivamente abbiamo utilizzato e cosa no. Se alcune grucce sono rimaste nel senso originario vuol dire che i capi su quelle grucce non sono mai stati utilizzati nel tempo che ci siamo dati per la prova, dunque quei capi mai indossati possono essere eliminati, non è più il caso di tenerli in guardaroba.

6. Come organizzare i cassetti con i capi posizionati in verticale

I capi piegati nei cassetti non vanno mai sistemati in un modo in cui se tiro fuori una shirt o un maglione posizionato sul fondo trascino con me tutto il resto dei capi piegati, il tutto creando confusione, caos e lasciando tutto in disordine. Il consiglio della professional organizer è quello di cercare di posizionare in verticale nei cassetti in capi piegati. La sistemazione con capi in verticale ci permette di avere molto più spazio e ottimizzare al massimo i contenitori e i cassetti di cui disponiamo. Inoltre, posizionando in verticale i capi piegati in tre è più facile trovarli e tirarli fuori dal cassetto senza mettere in disordine tutto e tirar fuori altri capi di cui non abbiamo bisogno. Quando devo tirarne fuori uno basta prenderlo e tutti gli altri rimangono in ordine al loro posto.

7.  La regola dell'80/20: non riempire completamente gli spazi

E' molto importante non riempire completamente gli stand degli armadi con troppo grucce e non affollare i cassetti con troppi capi piegati. Per tenere tutto sempre in ordine basta seguire la regola dell'80/20 che prevede di non riempire un cassetto o l'armadio al 100% ma di riempirlo all'80%, tutto ciò è necessario per lasciar spazio ad eventuali nuovi capi acquistati e riposti nel guardaroba e soprattutto per dare maggiore possibilità di movimento, questo spazio di movimento permette di lasciare gli spazi più ordinati.

8. Come sistemare l'intimo nei cassetti

La parte del guardaroba più complicata da sistemare, e soprattutto da mantenere sempre in ordine, è quella con i cassetti o con i ripiani in cui conserviamo l'intimo, con slip, calzini e altri capi di lingerie. Questi sono capi che prendiamo dal guardaroba tutti i giorni dunque è facile creare confusione negli spazi dedicati all'intimo. Un'ottima soluzione è sistemare nei cassetti slip, calzini e collant organizzati con una serie di divisori a nido d'ape che si acquistano facilmente nei negozi per la casa oppure online o che possono essere realizzati in casa con dei semplici cartoni tagliati nella misura giusta. Queste griglie sono molto utili perché mantengono separate le categorie e ogni singolo paio di calze o slip.

9. La regola  1 a 1: via il vecchio per far spazio al nuovo

L'ideale sarebbe eliminare qualcosa dal nostro armadio ogni qual volta facciamo un acquisto nuovo razionalizzando su ciò di cui davvero abbiamo bisogno e capendo se l'acquisto appena fatto è stato un acquisto d'impulso o un acquisto fatto per necessità. In ogni caso l'armadio non va mai riempito fino all'estremo di conseguenza è necessario spostare o eliminare alcuni capi o accessori nel momento in cui nel nostro guardaroba ne entrano di nuovi.