Sciacquare frutta e verdura sotto acqua corrente, può non essere sufficiente per rimuovere i residui dei pesticidi. A meno che non si tratti di frutta e verdura biologiche, infatti, è importante evitare eventuali rischi lavandola accuratamente, così da eliminare tutte le sostanze chimiche presenti. Ciò non significa ricorrere a detergenti chimici, che possiamo trovare in commercio, ma utilizzare soluzioni naturali come bicarbonato, sale, aceto, limone, per mangiare i nostri alimenti in tutta tranquillità. Scopriamo allora come lavare frutta e verdura in modo naturale e le regole per una corretta pulizia e conservazione.

Bicarbonato

Il bicarbonato è tra i rimedi più efficaci per disinfettare frutta e verdura, prima di consumarle. Come prima cosa immergete la frutta in acqua per eliminare lo sporco. Per una pulizia accurata, sciogliete un cucchiaino di bicarbonato in due tazze d'acqua, e lasciate gli alimenti in immersione per almeno 15 minuti. Sfregate bene per eliminare i batteri: potete utilizzare anche una spazzolina in caso di sporco ostinato. Infine sciacquate con cura sotto acqua corrente, prima di consumare.

Bicarbonato e limone

Il bicarbonato può essere utilizzato anche in associazione con limone e acqua. Diluite in 250 ml di acqua, 2 cucchiai di bicarbonato e 1 cucchiaio di succo di limone. Mescolate tutti gli ingredienti, fino a quando il bicarbonato non sarà completamente sciolto. Versate la soluzione ottenuta in uno spruzzino e vaporizzate sulla frutta o sulla verdura, dopo averla lavata con acqua. Lasciate agire per circa 10 minuti e risciacquate per una trentina di secondi prima di mangiarla. Se non volete utilizzare il metodo dello spruzzino, potete semplicemente immergere frutta e verdura in una ciotola d'acqua, nella quale avrete sciolto un cucchiaio di succo di limone e due di bicarbonato. Lasciate in ammollo per 10 minuti e sciacquate bene.

Aceto bianco

Anche l'aceto bianco svolge un'azione igienizzante. In questo caso realizzate una soluzione con metà acqua e metà aceto, immergete la frutta e la verdura e lasciate in ammollo per circa mezz'ora. Risciacquate la frutta sotto acqua corrente per almeno 30 secondi: aiutatevi con uno spazzolino per ripulire lo sporco più ostinato. L'aceto bianco è molto efficace nella rimozione dei pesticidi dalla frutta, l'unico difetto di questo metodo potrebbe essere legato all'odore che potrebbe lasciare sui vegetali. Potrebbe quindi capitarvi di mangiare frutta con il retrogusto di aceto.

Aceto di mele e sale

L'abbinamento aceto di mele e sale svolge una doppia azione su frutta e verdura: l'aceto di mele elimina le spore della muffa presenti sui vegetali, mentre il sale ne preserva la freschezza e il gusto. Riempite il lavello con l'acqua e aggiungete una manciata di sale. Mescolate per far sciogliere bene il sale e aggiungete poi 1/4 di tazza di aceto di mele. Immergeteci dentro la frutta o la verdura e mescolate per qualche minuto. Infine sciacquate i vegetali sotto l'acqua corrente fresca, per eliminare ogni residuo di sporco.

Le regole per una corretta pulizia e conservazione di frutta e verdura

Una volta lavate frutta e verdura con i metodi che abbiamo proposto, bisogna seguire una serie di consigli per mantenere a livello ottimale l'igiene dei vostri vegetali. Cominciamo dalla fase di acquisto: è importante conoscere la provenienza degli alimenti. Il consiglio è di acquistare dal fruttivendolo, rispetto alla grande distribuzione, per avere un prodotto di maggiore qualità. Non utilizzate prodotti chimici per pulire frutta e verdura: i rimedi che vi abbiamo descritto sono efficaci e, soprattutto, naturali. Lavate le mani prima di dedicarvi alla pulizia e alla preparazione degli alimenti e lavatele anche subito dopo aver toccato frutta e verdura. Mantenete sempre puliti i ripiani del frigo e quelli della cucina, oltre a pentole, posate e taglieri. Non lasciate frutta e verdura nelle buste in plastica, ma sistematele in sacchetti di carta, che favoriscono il giusto riciclo d'aria, proteggendo gli alimenti. Lavate sempre la verdura in busta, anche se sull'etichetta trovate la dicitura "già lavato". Una volta sbucciata e tagliata, frutta o verdura, devono essere conservati in frigo entro due ore ma mai in freezer. Una volta lavate, frutta e verdura non vanno messe in frigo per evitare lo sviluppo di germi patogeni.