Secondo la cromoterapia i colori sarebbero capaci di influenzare l’umore e addirittura placare alcuni disturbi. La scienza in merito è piuttosto scettica, non è una terapia riconosciuta dalla comunità medica, ma ha dei principi ben precisi. A ogni colore sono associate determinate proprietà, determinate caratteristiche capaci di influire su diversi aspetti. Per questo sono molte le persone che si lasciano orientare da queste linee guida, ad esempio nella scelta dei colori da utilizzare per arredare casa. L’ambiente domestico è quello in cui trascorriamo molto del nostro tempo, è quello che per certi versi ci rispecchia, quello che racconta la nostra storia. Scegliere una tonalità piuttosto che un'altra potrebbe fare la differenza nel modo in cui si vive il rapporto con le mura domestiche e questo vale soprattutto per i bambini.

I colori giusti per i bambini

Anche se la cromoterapia è una medicina alternativa integrativa, dunque solo di supporto a quella riconosciuta dalla comunità scientifica, alcuni psicologi vi fanno affidamento ad esempio per quanto riguarda l’equilibrio dei bambini. Il colore in cui si dipinge la cameretta (e quindi anche le pareti dell'asilo nido) può influire sull'umore del piccolo, inducendolo a piangere o agendo come calmante. Ne è convinto lo psicologo e consulente per il benessere Lee Chambers, che ha spiegato quanto le sfumature e le diverse nuances possano fare la differenza, in fatto di comportamenti e stati d'animo dei più piccoli. Il suo consiglio, elaborato con gli interior design Homedit.com, è puntare sul verde o sul viola, che paradossalmente sono anche poco gettonati negli asili, dove si prediligono i classici rosa e azzurro, giudicati colori delicati e neutri che fanno pensare alla tenerezza e alla serenità. Verde e viola invece sarebbero da preferire rispetto a tutti gli altri: il primo perché rimanda alla natura e all’aria aperta, dunque induce alla concentrazione e placa la mente. Inoltre è il colore di cui la nostra mente percepisce il maggior numero di tonalità diverse. Per quanto riguarda il viola, invece, contrariamente a quanto si potrebbe pensare è un colore che genera sensazioni di equilibrio, essendo il risultato del vulcanico rosso e del rilassante blu.

I colori più amati dai genitori

Homedit ha intervistato 3.273 genitori britannici per scoprire i colori che hanno usato per dipingere le stanze dei loro figli. Si è classificato al primo posto il giallo, scelta fondata su convinzioni errate però. Questo colore, infatti, in apparenza rimanda alla felicità e alla gioia, ma nella realtà dei fatti induce frustrazione e smarrimento, dunque fa piangere i bambini più di ogni altro colore! Viceversa, si è classificato all’ultimo posto il rosso, colore più associato alla rabbia e alla passione sconsigliato anche da Chambers, perché potrebbe sovreccitare il piccolo e indurlo a comportamenti pericolosi.