Meditare, ritrovarsi, rilassarsi: è a questo che serve lo yoga, una delle discipline più in voga degli ultimi anni. Le palestre organizzano numerosi corsi e i partecipanti o gli aspiranti tali sono sempre di più.

Come in tutte le cose, però, la mancanza di tempo può essere una scusa molto valida per smettere. Tra il lavoro, le incombenze domestiche e tanti altri impegni, trovare uno spazio da dedicare allo sport può essere difficile. Inoltre, i corsi specifici possono avere un costo particolarmente elevato.

Niente paura, però, c'è la soluzione: forse non tutti sanno, infatti, che è possibile fare yoga in casa. Quello che vi serve è solo qualche consiglio utile per cominciare e una panoramica su quali sono i diversi tipi di yoga e quale attrezzatura è necessario.

Perché fare yoga in casa: i vantaggi

In molti pensano che per fare sport, qualsiasi esso sia, è necessario per forza recarsi in palestra. Niente di più falso, anzi. Fare yoga a casa può avere i suoi vantaggi.

  • non avrete limiti di tempo: non dovrete stare al passo con gli altri, potrete gestire la vostra seduta di meditazione a modo vostro. E potrete anche di ritagliarvi il vostro spazio giornaliero.
  • maggiore concentrazione: non avere nessuno intorno è un buon modo per e a conoscervi meglio e più a fondo, riscoprendovi in un modo che non pensavate possibile.
  • nessuna pressione: non c'è competizione, non dovete sentirvi migliori di nessuno, nè avvilirvi se non sarete in grado di svolgere un esercizio.

Attrezzatura necessaria per fare yoga a casa

Cercando l'attrezzatura per lo yoga su Amazon, scoprirete che ci sono tanti strumenti utili per rendere più confortevole la vostra seduta di meditazione. Ecco quali sono assolutamente necessari.

Tappetini

Molti movimenti devono essere svolti sul pavimento, seduti o sdraiati. Per questo, avere un tappetino è fondamentale. Ecco quali sono i modelli migliori:

Cinghie

In alcuni casi, potrebbe essere necessario ancorarsi alla parete o alla porta. Ecco, quindi, le migliori cinghie in circolazione:

Blocchi

Alcuni esercizi prevedono il movimento della schiena. Un blocco morbido potrebbe evitare la sofferenza della colonna vertebrale. Ecco i modelli più affidabili:

Cuscinetti

Per proteggere le articolazioni e mantenere la giusta postura, si consiglia di avere a disposizione un cuscinetto. Eco quelli che gli utenti già addentrati in questo mondo hanno preferito:

Casse per la musica

È vero, per meditare è necessario il totale silenzio. Ma anche la musica giusta in sottofondo potrebbe aiutare. Ecco, quindi, consigli d'acquisto sulle casse per la diffusione della musica:

Consigli utili per fare yoga a casa

Se non ci si è mai avvicinati a questa disciplina, il primo approccio può essere complesso. Ecco, quindi, alcuni consigli utili per muovere i primi passi nel mondo dello yoga.

Per prima cosa, scegliete il tipo di yoga che fa al caso vostro. Su internet si trovano diversi video e tutorial in cui le differenze tra le diverse declinazioni dello yoga sono ben spiegate; una buona cosa può essere quella di affidarsi alle videolezioni più e meglio recensite. Certamente, la prima domanda da porsi è qual è la sfera personale sulla quale si vuole lavorare.

Un altro consiglio molto utile è quello di allontanare tutte le "distrazioni": via il cellulare, la radio, la televisione. Il silenzio è il modo migliore per concentrarsi. Le uniche voci che dovete sentire sono quella che proviene da voi stessi e quella del video che state seguendo. Per gestire i tempi potete utilizzare un semplice orologio da parete.

A proposito dei tempi, non pretendete fin da subito di essere in grado di completare una lezione da 90 minuti; a volte, sono sufficienti anche 20 minuti. Ascoltate il vostro corpo, non sforzatelo più di quanto è in grado di sopportare.

Tipologie di yoga

Ci sono diversi modi di fare yoga. Alcuni movimenti sono più dinamici, altri meno. Tutto dipende da cosa si vuole ottenere e dal perché ci si approccia a queste disciplina, ma anche dal livello di fatica che il corpo può sopportare.

Tra le tipologie più dinamiche ci sono il Rocket, il Dynamic Vinyasa, il Mandala e l'Ashtanga, che presuppongono un movimento del corpo a 360°, anche con l'ausilio di strumenti.

Chi vuole concentrarsi solo sulla meditazione, invece, può valutare disclipline come il Kundalini, l'Iyengar, l'Hatha e il Nidra.

Una valida alternativa potrebbe essere quella di mixare le diverse tipologie, prendendo da ciascuna gli esercizi che più si preferiscono o si ritiene entrino nelle proprie corde.

Gli esercizi di yoga da fare a casa: la guida per trovare i migliori

Qual è il modo più corretto per fare gli esercizi? Qual è la giusta sequenza? Come si eseguono i movimenti? Queste sono le domande che si pone chi non ha mai fatto yoga, ma vuole provare a praticarlo da casa e, quindi, senza avvalersi dell'aiuto di un istruttore.

Per fortuna, internet si rivela una fonte molto preziosa. Infatti, online si trovano numerosi video di corsi tenuti da esperti del settore. Se ne trovano di tutti i tipi: potete scegliere sia quale tra le tante declinazioni dello yoga seguire, sia a quale intensità lavorare.

Ad alcuni corsi, soprattutto se di base, è possibile accedere anche gratuitamente; altri, invece, sono a pagamento. Il loro costo, però, non sarà mai alto come quello del corso tenuto in palestra.

In alternativa potete scegliere di acquistare uno dei tanti manuali scritti sull'argomento, dove troverete descrizioni precise dei diversi passaggi corredate da immagini dimostrative.