Il riposo è una parte importante della nostra vita. Ogni giorno passiamo in media tra le 6 e le 8 ore a dormire: le ore di sonno fanno rigenerare il corpo e la mente e permettono di affrontare le giornate con la carica giusta. Coloro che soffrono d’insonnia, ben il 45% della popolazione, sanno bene che non dormire la notte può avere degli effetti devastanti sia sulla forma fisica che sull’umore. Per riposare al meglio è necessario curare l’ambiente che ci circonda e cioè la camera da letto. Deve essere accogliente, essenziale e deve essere un luogo di assoluto relax. Made.com, azienda leader nel settore del design, ha dato alcuni consigli per trasformarla e per riposare meglio.

1. Trasformare la camera da letto in un luogo di relax– Il 74% degli italiani ritiene che l’ambiente in cui si dorme ha un forte impatto sulla qualità del sonno. Di conseguenza, la camera da letto deve essere trasformata in un luogo di benessere. La temperatura ideale deve oscillare tra i 18 e i 21 gradi; bisogna tenere tutto in ordine e arredare il tutto con piante o immagini rilassanti. Inoltre, si potranno utilizzare dei tappeti di modo da attutire i rumori.

2. Cosa lasciare fuori dalla camera? – La camera da letto deve essere un luogo dedito solo al riposo. E’ proprio per questo che si dovrebbero eliminare televisione, computer, cellulare e documenti da lavoro. L’uso del tablet 2 ore prima di andare a dormire riduce i livelli di melatonina del 23% e, per dormire bene, non dovrebbe essere utilizzato poco prima di andare a coricarsi. Il letto infatti deve essere utilizzato solo per dormire o per fare sesso.

3. Quale luce utilizzare? – Il nostro corpo si è evoluto per adattarsi alla luce ambientale. I colori caldi, tipici dl tramonto, segnalano al cervello che sta arrivando il momento di andare a dormire, mentre la luce blu della mattina aiuta a produrre un ormone che ci aiuta a rimanere svegli. E’ proprio per questo che anche in camera da letto deve essere scelta la luce giusta. Da evitare sono le lampadine blu, mentre la scelta ideale sono le lampadine a basso consumo energetico e quelle che producono una luce fioca sulle tonalità del dorato.

4. I colori giusti per l'arredamento – Sembrerà assurdo, ma i colori riescono ad avere un forte impatto sulla psiche e sull’umore. I colori caldi come il rosso, il giallo e l’arancione aumentano la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna ed accelerano la respirazione. Devono essere evitati in camera da letto poiché non favoriscono il relax. Le tonalità ciano, come il blu, il verde e il grigio garantiranno invece un perfetto riposo poiché rilassano ogni parte del corpo.

5. Come scegliere il cuscino e il materasso? – Per dormire bene è importante stare comodi e bisognerà scegliere i cuscini e i materassi più adeguati. Innanzitutto, il materasso deve essere cambiato ogni 7-8 anni, mentre invece il cuscino deve essere scelto a seconda della posizione che si predilige durante il sonno. Se si dorme sul lato, bisognerà acquistare un cuscino rigido, se si dorme supini l’ideale sarà un cuscino semi-rigido ed infine il cuscino morbido sarà perfetto solo per chi dorme in posizione prona.