17 Novembre 2020
12:19

Come arrederemo casa dopo il Covid-19: cucine bianche, mobili componibili e bagni a prova di microbi

Il Covid-19 sta cambiando le nostre abitudini quotidiane e ci sta costringendo a trascorrere molto tempo in casa. Per questo, secondo gli esperti, in futuro saremo condizionati da questa esperienza nello scegliere come arredare casa, privilegiando soluzioni pratiche e ordinate, con un occhio in particolare alla pulizia.
A cura di Giusy Dente

Ci siamo ritrovati, quasi dall'oggi al domani, a portare le mascherine sul viso e a guardare con sospetto ogni colpo di tosse del passeggero seduto accanto a noi in treno. Impossibilitati a fare acquisti nei negozi siamo diventati tutti esperti di e-commerce e non potendo andare ai concerti ci siamo accontentati dello streaming. La pandemia nell'ultimo anno ha ridefinito la nostra quotidianità e anche i nostri rapporti sociali. Le ripercussioni di tutto questo si vedranno tra qualche mese, quando anche ad acque più calme sicuramente alcuni nostri comportamenti ancora risentiranno di ciò che stiamo vivendo adesso, alle prese col Covid-19. Per esempio: sembra strano, ma anche il modo di arredare casa cambierà, sulla scia di quanto sta accadendo da un anno a questa parte. Il Covid-19 finirà col plasmare anche le nostre case.

Come saranno le case del post pandemia

Gli esperti di progettazione e ristrutturazione ne sono sicuri: nel post pandemia ci sarà un approccio nuovo al mondo dell’arredamento. Le tendenze del 2021 si stanno plasmando proprio sulla scia di quanto stiamo vivendo in questi mesi. Dunque quando si dovranno scegliere i mobili da inserire nella propria casa ci si baserà su due parole chiave: pulizia e ordine. Secondo gli esperti, il desiderio che animerà le persone in procinto di arredare casa sarà conferire alle stanze un aspetto il più asettico possibile. Pare ci sia stata un’impennata di ricerche di cucine bianche, che stanno ricevendo in rete particolare apprezzamento secondo quanto dichiarato al Daily Mail. E grande successo stanno riscuotendo i mobili componibili con unità staccabili, alla luce del tanto tempo trascorso in casa dalle famiglie e dalla necessità di adeguare gli spazi alle esigenze di tutti: bimbi che giocano, ragazzi che studiano, genitori in smart working. Venendo ai bagni: stanno guadagnando terreno i materiali antimicrobici per garantire il massimo dell’igiene.

Palestra e giardino sono gli spazi del futuro

Grande successo sta ottenendo l’arredamento da esterno, per ricreare spazi all’aperto dove condividere momenti della giornata: impennata per fioriere, forni, vasche idromassaggio, bracieri e tavoli da giardino. E a tal proposito, grande interesse sta nascendo verso il fai da te e la possibilità di ricreare un piccolo orto dove coltivare in prima persona frutta e verdura. Spopolano anche le soluzioni per costruire una palestra in casa o in giardino: infatti in previsione si acquisteranno molti più attrezzi. E per sfruttare a pieno i progressi tecnologici, sì al riconoscimento vocale e al controllo da remoto, così da evitare di toccare interruttori, elettrodomestici e telecomandi. Per quanto riguarda la palette di colori, stanno diventando popolari gli interni nei colori della natura, dal verde pino al terra bruciata. E parallelamente, crescono i materiali di derivazione naturale come il legno, la iuta, il rattan.

Usare i bagni pubblici dopo il Covid-19: i consigli da seguire per ridurre il rischio contagio
Usare i bagni pubblici dopo il Covid-19: i consigli da seguire per ridurre il rischio contagio
Dalle passerelle alla casa per anziani, la modella ha deciso di aiutare chi lotta contro il Covid-19
Dalle passerelle alla casa per anziani, la modella ha deciso di aiutare chi lotta contro il Covid-19
Niente più
Niente più "chiacchiere da parrucchiere" dopo il Covid-19 (ma nessuno ne sta sentendo la mancanza)
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni