Il sole, lo sappiamo bene, ha una serie di effetti benefici, ma può essere anche dannoso per la nostra pelle. Prima di esporsi in maniera prolungata al sole durante la stagione estiva è bene capire quali effetti dannosi può avere il sole sulla nostra pelle, dunque è importante sapere quando e come proteggerci dai raggi solari. Come scegliere la crema solare più adatta alla nostra pelle? Come proteggere i bambini dal sole nel modo corretto? Bisogna preparare la pelle al sole prima dell'esposizione? Il sole può peggiorare cellulite e smagliature sul nostro corpo? Come possiamo eliminare le macchie solari? A queste e ad altre domande risponde per il lettori di Fanpage.it il Dottor Erik Geiger, medico specialista in chirurgia plastica e medicina estetica, che ci dà alcuni consigli per avere un'abbronzatura perfetta e senza rischi.

Quando dobbiamo proteggere la nostra pelle dai raggi del sole?

È necessario proteggere la nostra pelle tutti i giorni, anche in inverno, non sono solo i raggi solari estivi dannosi per la nostra pelle. Quindi anche quando andiamo a fare una passeggiata è sempre fondamentale mettere una crema protettiva che possa permetterci di avere un'esposizione al sole sicura.

Come scegliere la crema protettiva più adatta a noi?

Possiamo scegliere la nostra crema protettiva in base al nostro fototipo, ossia in base alle caratteristiche della nostra pelle, quindi se abbiamo una pelle chiara o una pelle scura. Per quanto riguarda le creme solari sappiamo che l’SPF va da 15 a 50, fino a 50+. Per una pelle particolarmente chiara sceglieremo un tipo di protezione particolarmente alta e viceversa. Nel momento in cui dobbiamo scegliere una crema è importante che questa abbia due caratteristiche, cioè che possa proteggere sia dai raggi UVA che dai raggi UVB, i primi sono responsabili non solo dell'invecchiamento cutaneo ma anche della possibile insorgenza di tumori cutanei, i secondi, invece, sono responsabili di scottature o di eritemi.

Ci sono fattori di protezione da preferire in base al periodo di esposizione o in base all'età?

Maggiore sarà la potenza del sole e maggiore dovrà essere sicuramente la nostra protezione e se questa avviene per un periodo particolarmente prolungato nella giornata è sempre meglio applicare la crema più volte al giorno. Per quello che riguarda l'età, anche qui dipende dal fototipo, quindi al grado di pelle chiara o scura. Dobbiamo essere più attenti se sappiamo di essere dei soggetti che sono a rischio scottature o eritemi, oppure se abbiamo avuto delle storie di tumori in famiglia o personalmente, in questi casi è sempre meglio una crema protettiva 50+.

I bambini come vanno protetti dal sole?

I bambini devono essere sempre protetti con delle creme con una protezione di  almeno 50+ e nel caso di esposizione duratura durante la giornata è meglio applicare la crema più volte al giorno, consigliate anche delle magliette a maniche lunghe per cercare di non esporre quelle che sono le zone più a rischio a scottature ed eritemi.

Come possiamo preparare la pelle all'esposizione al sole?

La pelle dovrebbe essere sempre preparata prima di essere esposta al sole, è possibile fare questo nel periodo pre-estivo con delle creme idratanti oppure con una dieta ricca acidi grassi che hanno all'interno anche Omega3, pensiamo alle carote ricche di betacarotene, pensiamo anche ai pomodori, al melone. Possiamo anche utilizzare degli antiossidanti che sappiamo essere molto importanti per prevenire tutti i segni, come rughe e macchie, che potrebbero apparire sulla nostra pelle dopo un periodo prolungato di esposizione al sole.

Il sole può avere effetti nocivi sulla pelle?

Esporsi al sole in maniera sicura, quindi con una crema protettiva, è fondamentali affinché si possano evitare quei danni che il sole può arrecare alla nostra pelle, primo fra tutti un'accelerazione dell'invecchiamento cutaneo, secondo, una perdita di tonicità dei nostri tessuti e della nostra pelle fino ad arrivare all'insorgenza di rughe e macchie che poi saranno molto difficili da poter gestire, eliminare o attenuare nell'arco del tempo.

Il sole ha effetti positivi? Quali e perché? 

Nonostante gli effetti negativi che può avere il sole sulla nostra pelle, se l'esposizione non avviene in maniera protetta, molti sono anche i benefici. Non dobbiamo trascurare, e questo lo possiamo rilevare in tantissimi studi scientifici, quanto effettivamente il sole agisca sul nostro umore, possiamo dire tranquillamente che il sole mette di buonumore, senza tralasciare tutti gli effetti benefici per il nostro sistema immunitario, per il nostro sistema muscolare e per le nostre ossa.

Perché la vitamina d che il nostro corpo produce grazie al sole è così importante soprattutto per le donne?

Oggi sappiamo come circa l'80% della nostra vitamina D proviene direttamente dal sole, ne beneficiano più le donne rispetto agli uomini, e ci sono tantissimi studi scientifici che dimostrano questo. Ad esempio si è visto come vi è una riduzione della sintomatologia in quella che viene chiamata la sindrome premestruale, allo stesso tempo dà moltissimi benefici per la pelle e, non ultimo per importanza, il fatto che si è visto come in diete ipoproteiche, la presenza di livelli corretti di vitamina D possono portare a un miglioramento della dieta stessa.

Il sole fa bene o male a cellulite e smagliature?

Nel momento in cui ci esponiamo al sole, abbiamo, specialmente sulle nostre gambe, una vasodilatazione, quindi un processo che provoca una stasi venosa, una stasi di liquidi. Quindi è molto importante fare che cosa? Invece di rimanere seduti oppure restare sdraiarsi sul lettino per tantissime ore quando ci esponiamo al sole, può valere la pena fare una piccola cammina oppure bagnare ogni tanto le gambe per far sì che questo processo, cioè questa stasi venosa e questa stasi di liquidi, possa ridursi durante la giornata. Per quanto riguarda le smagliature, queste possono essere divise in due categorie, quelle rosse e quelle bianche. Quelle bianche sono quelle datate e quelle rosse sono quelle nuove, queste ultime sono rosse perché c'è un processo infiammatorio in corso. Ecco, in questo caso è sempre meglio non esporsi al sole se non con una crema almeno 50+ per evitare che il sole possa andare addirittura a peggiorare le cose. Nel caso invece di smagliature bianche, non si ha nessun tipo di problema perché non possono peggiorare, l'unica caratteristica che si potrà notare è che sulla smagliatura non sarà possibile abbronzarsi.

Quali rimedi possiamo utilizzare per eliminare o diminuire le macchie solari?

Diverse sono le metodiche che oggi abbiamo a disposizione per trattare le macchie, ma la cosa più importante è la diagnosi, che deve essere effettuata sempre da uno specialista, un dermatologo o un chirurgo plastico, che permetta di capire effettivamente se quella è una macchia oppure una lesione cutanea che deve essere trattata in altro modo. A quel punto, una volta effettuata la diagnosi, una volta appurato che effettivamente quella è una macchia solare o una macchia senile, noi possiamo trattarla a seconda del tipo di macchia e della quantità di macchie che sono presenti sulla nostra pelle, che possono andare da un semplice filling fino ad arrivare ai laser o alle luci pulsate.

Le informazioni fornite su www.fanpage.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.
i