Sentiamo spesso parlare di collagene: ma sappiamo cos'è? Si tratta di una proteina presente nel nostro corpo, che svolge un ruolo importante per la nostra salute e la nostra bellezza: collega, nutre e sostiene tessuti e organi e si rinnova continuamente. Contribuisce quindi al benessere e all'elasticità di pelle, tendini e ossa. Ma scopriamo a cosa serve il collagene e perché è indispensabile per la nostra pelle.

A cosa serve il collagene

Il collagene è una proteina formata da amminoacidi, che si rinnova di continuo nell'arco della nostra vita, in base alla zona de corpo nella quale si trova: un rinnovo completo del fegato, ad esempio, si ha in un mese, mentre per le ossa occorre un anno. Dal collegene dipende lo stato della nostra pelle: elasticità e tonicità, ma anche la giusta idratazione dei tessuti e il rafforzamento di tendini e ossa. Si tratta quindi di una proteina importante in quanto fornisce la struttura del nostro tessuto connettivo. Anche se viene prodotto dal nostro corpo, il collagene può essere assunto anche sotto forma di integratori o a livello topico, con l'utilizzo di creme e sieri che lo contengano in buone quantità.

Collagene: effetti sulla pelle

Il collagene è quindi una proteina presente nel nostro corpo, la cui buona produzione garantisce una pelle liscia, tonica e più giovane. Dona sostegno ai tessuti, prevenendo rughe e perdita di tono. Con il passare degli anni però, la produzione di collagene diminuisce: si assiste a un calo già a partire dai 25 anni di età. Ciò comincia a causare un indebolimento, con annesso cedimento della struttura della nostra cute: nella pratica si manifesta con la formazione di rughe e pelle meno tonica. Oltre al fattore età, ci sono anche elementi esterni che favoriscono la decomposizione delle proteine di collagene: esposizione solare, inquinamento, fumo, stress, condizioni ambientali e alimentazione poco sana, ricca di zuccheri. Con il passare degli anni, quindi, e a causa dei fattori esterni che abbiamo accennato, anche i capelli perdono corpo, le ossa diventano più fragili e i muscoli perdono di vigore.

Quali alimenti ne stimolano la produzione

È possibile stimolare la produzione di collagene anche attraverso l'alimentazione. Importanti i cibi che contengono vitamina C, quindi peperoni rossi, rucola, broccoli, cavoli, fragole, agrumi, kiwi, uva, fondamentale per la sintesi di questa importante proteina. Le patate contengono invece vitamina A e selenio, che stimolano la naturale produzione di collagene: vitamina che troviamo anche nelle carote e nel melone. Non deve poi mancare la carne di tacchino, che contiene lisina, un aminoacido che contribuisce al riformarsi del collagene. Il tuorlo d'uovo contiene invece la colina, presente anche nei ceci e nei fagioli, una vitamina del gruppo B che si trasforma in glicina, aminoacido che prende parte alla produzione di collagene. I pomodori sono invece ricchi di licopene, un antiossidante che protegge il collagene. Gli Omega 3 contenuti nel salmone aiutano a prevenire la rottura delle fibre di collagene, causata da fattori esterni. Tra gli alimenti da evitare ci sono invece gli zuccheri raffinati e i carboidrati, che ostacolano la sintesi di collagene.

In caso di carenza è possibile ricorrere a degli integratori, come il collagene idrolizzato, che viene utilizzato soprattutto per ossa e aricolazioni, da assumere solo dopo aver consultato il medico.