Sai che esistono cibi anti-raffreddore? Si tratta di tutti quegli alimenti che rafforzano le difese immunitarie e riducono le infiammazioni, oltre a donare energia all'organismo. Cibi da consumare durante i cambi di stagione e in inverno, quando siamo più esposti a raffreddore e influenza. Una sana abitudine per prevenire i malanni di stagione, è consumare abitualmente cinque razioni al giorno di frutta e verdura, per fare il pieno di vitamine, sali minerali e antiossidanti. In caso di emergenza, però, è possibile ricorrere a dei veri e propri super food, che aiutano a rafforzare le difese immunitarie. Sono invece da evitare i cibi industriali, i salumi, i formaggi e i piatti troppo conditi o elaborati, che appesantiscono l'organismo. Ecco allora quali sono gli alimenti più efficaci contro il raffreddore le altre infezioni delle vie respiratorie.

Agrumi: ricchi di vitamina C

La vitamina C è un elemento fondamentale per combattere il raffreddore e per contrastarne i sintomi, inoltre aiuta a rinforzare le difese immunitarie. In inverno è quindi utile fare un bel carico di arance, mandarini e pompelmi, da consumare anche sotto forma di spremute, da bere al mattino o al pomeriggio, per la merenda. Oltre agli agrumi non diventicate anche i kiwi e i melograni, altri due frutti che vi permetteranno di fare il carico di vitamina C e di energia.

Miele: toccasana contro l'influenza

Il miele è da sempre uno dei rimedi della nonna più conosciuti ed efficaci, contro l'influenza, il raffreddore e il mal di gola: inoltre riduce le infiammazioni e lenisce le mucose dell'intestino. In particolare sono molto efficaci contro il raffreddore il miele di acacia, ottimo antinfiammatorio, e il miele di eucalipto che ha proprietà antiasmatiche, anticatarrali e disinfettanti per vie respiratorie, urinarie e dell'intestino. Assumete il miele con le tisane, aggiungendo anche una foglia di eucalipto, che favorisce la secrezione dei muchi, aiutando a liberare il naso.

Zenzero: antinfiammatorio e rivitalizzante

Lo zenzero è una spezia davvero preziosa contro raffreddore e influenza: secondo la medicina cinese, infatti, questo rizoma aiuta a sciogliere i muchi, grazie al suo potere riscaldante, e ne accelera la guarigione. Il consiglio è di consumarlo fresco o come infuso, per alleviare i malanni di stagione, compreso il mal di gola: non appena lo gola comincia a pizzicare è utile consumare una tisana calda a base di zenzero, con un cucchiaio di miele, un pizzico di curcuma e limone, oppure masticare un pezzetto di zenzero fresco, oppure aggiungerlo in piccole quantità anche nelle zuppe, funziona infatti come antidolorifico naturale.

Aglio: dalle proprietà antibiotiche e antivirali

L'aglio è molto più che un alimento, si tratta infatti di una vera e propria medicina naturale: è ricco di fitonutrienti con proprietà antibiotiche e antivirali. In particolare, l'aglio contiene allicina, che aiuta a prevenire e ridurre i sintomi di raffreddore e influenza. Inoltra allevia anche i fastidi della tosse: in questi casi potete preparare un rimedio base di latte e aglio. Fate bollire una tazza di latta con un po' di aglio tritato, filtrate, aggiungete un po' di miele e bevete caldo.

Cipolla: medicina naturale

Anche la cipolla, come l'aglio, è considerata un medicinale naturale: è ricca di flavonoidi che diventano ancora più utili se lavorano in sinergia con la vitamina C contenuta negli agrumi. Contro il raffreddore potete preparare una tisana tagliando a metà una cipolla non sbucciata, inserendola in una pentola con un litro di acqua fino a che arriva ad ebollizione. Lasciate riposare la tisana per un quarto d'ora, dopodiché aggiungete un cucchiaino di miele e, mentre bevete, inspirate i vapori ricchi di oli essenziali che libereranno il vostro naso.

Funghi: rinforzano il sistema immunitario

Grazie alle vitamine e alle proteine, soprattutto triptofano e lisina, di cui sono composti i funghi e alle loro proprietà antibatteriche, ci difendono dall'attacco di virus e batteri. Sono, infatti, un valido aiuto nei cambi di stagione quando le difese immunitarie si abbassano notevolmente, aiutandoci a prevenire raffreddore e influenza: soprattutto nella stagione invernale, quindi, consumiamoli come contorno, almeno una volta a settimana.

I cibi da evitare per guarire più in fretta

Oltre ai cibi da consumare, per prevenire e curare il raffreddore, ci sono anche degli alimenti che è meglio evitare, perché possono rallentare la guarigione, in quanto indeboliscono la risposta immunitaria del nostro organismo. Tra questi troviamo la carne: i grassi animali, infatti, rallentano la capacità dell'organismo di liberarsi dai germi che causano il raffreddore. Anche il latte è un alimento da evitare, soprattutto nella fase acuta: può infatti incrementare la formazione di muco e la permanenza nelle vie respiratorie, allungando quindi la durata dei sintomi. In questi casi meglio sostituire il latte con tisane o succhi di frutta fresca. Anche il consumo di latticini dovrebbe essere limitato, sempre per lo stesso motivo: aumenta cioè la formazione di muco, sostituiteli con legumi, frutta e vegetali. No anche a cibi industriali, comprese bevande gassate, succhi di frutta confezionati e alimenti ricchi di zuccheri che possono indebolire il sistema immunitario. Per soddisfare la voglia di dolce, meglio consumare frutta fresca o secca, preferendo uvetta, fichi e datteri. Soprattutto in caso di influenza, è importante anche evitare i cibi fritti e troppo salati o speziato che indeboliscono l'organismo e rallentano il recupero delle energie.