A Londra risuona un boato, un urlo contro la violenza sulle donne, un grido per celebrare la condizione femminile, è il Sound of Change Live, il mega concerto organizzato da Gucci per sostenere il progetto Chime for Change. Sabato al Twickenham Stadium più di 50mila persone sono accorse per assistere ad uno spettacolare show sul cui palco di sono esibite star del calibro di Beyoncé, Jennifer Lopez, Florence Welch e Rita Ora. Oltre a queste ed altre cantanti, grandi personalità come Madonna e Blake Lively hanno voluto essere presenti per veicolare un messaggio importante, un segnale forte per combattere i soprusi a cui milioni di donne in tutto il mondo devono sottostare.

Uso la mia voce per tutte quelle donne nel mondo che non ne hanno o che non sono ascoltate.

Beyoncé Knowles
Una parata di star in difesa delle donne – A guidare la parata di star le tre promotrici del progetto benefico Chime for Cange: Beyoncé Knowles, Salma Hayek e Frida Giannini. Sul palco, invece, Madonna si è fatta portavoce di tutte le donne esortando la folla a dar vita ad una vera e propria "rivoluzione d'amore". «Voglio iniziare una rivoluzione – ha affermato la popstar – ma la mia è una rivoluzione che non prevede massacri nè violenze. Parte dall'educazione e punta a raggiungere un maggior livello di coscienza e consapevolezza, ma non può cominciare senza un'adeguata istruzione. Facciamo in modo che questa sera sia l'inizio di questa rivoluzione, perchè l'educazione non è un lusso, ma un diritto fondamentale dell'uomo. Unitevi a me, la rivoluzione dell'amore parte questa sera».

Anche Jennifer Lopez, dopo una scatenata performance musicale, ha ricordato i principi sui cui si basa il progetto sostenuto da Gucci: «Credo che le mie ragazze lì fuori meritino la migliore delle educazioni e il meglio nella salvaguardia della loro salute. Credo poi nella giustizia, per tutte le ragazze, di tutte il mondo». Beyoncé invece ha duettato con il marito Jay-Z intonando le note del successo "Crazy in Love" e dopo l'esibizione ha comunicato al pubblico che, con la vendita dei biglietti del mega concerto, sono tati raccolti più di 3 milioni di dollari, i proventi saranno utilizzati per i progetti sostenuti da Chime for Change «I diritti delle donne – ha dichiarato Beyoncè – mi sono sempre stati molto a cuore e ora che so cosa vuol dire essere madre è davvero importante che io faccia tutto quello che posso e che usi la mia voce per tutte quelle donne nel mondo che non ne hanno o che non sono ascoltate. Allora usiamo le nostre di voci, facciamoci un esame di coscienza e forniamo un aiuto concreto che possa migliorare davvero la realtà in cui viviamo».