Saint Laurent è il noto marchio di moda francese e negli ultimi giorni è finito sotto accusa per le foto di una sua campagna pubblicitaria apparsa su Elle UK. Il motivo? La modella è così magra da sembrare “morbosamente sottopeso”. Lo scatto è in bianco e nero, la modella indossa un abito corto, è distesa sul pavimento ad occhi chiusi ed indossa delle scarpe col tacco Saint Laurent.

Ciò che più sconvolge, però, sono le sue gambe magrissime e le ossa del costato perfettamente visibili. L'Asa,  Advertising Standards Authority, ha deciso di censurare quell’immagine definendola "irresponsabile" poiché propone un ideale di bellezza troppo magro e fuorviante. In particolare, ad essere messe sotto accusa sono la posa della modella e l’illuminazione utilizzata che concentrerebbero l’attenzione sulla gabbia toracica e sulle gambe, facendo apparire la modella ancora più “skinny”. L’Asa ha dichiarato che la pubblicità non apparirà più in copertina nella sua forma attuale, ma sia Elle UK che Saint Laurent hanno preferito non commentare l’accaduto. Non è la prima volta che la maison viene censurata per le sue campagne pubblicitarie.

Lo scorso inverno, ad esempio, il marchio è stato denunciato per aver banalizzato e reso glamour il consumo di droghe e la tossicodipendenza nello spot per il profumo Black Opium. Il provvedimento dell’Asa arriva a pochi mesi di distanza dalla legge approvata in Francia che vieta le passerelle alle modelle troppo magre. Nonostante ciò, è evidente che sono ancora molte le maison che scelgono ancora dei modelli estetici estremamente “skinny”.