Tradizionalmente, ci è sempre stato insegnato che mangiare le verdure crude fa bene alla salute. Cominciare un pasto sgranocchiando una carota, un finocchio o un asparago ci aiuterebbe infatti sentire prima il senso di sazietà e a capire quanto cibo ha realmente bisogno il nostro corpo. In realtà però non è sempre bene mangiare le verdura cruda, anzi, ci sono alcuni cibi che liberano delle sostanze nutritive preziose, come vitamine e sali minerali, proprio durante la cottura. Ecco quali sono le verdure che dovrebbero essere sempre cotte prima di essere mangiate.

Pomodori – I pomodori hanno un elevato potere antiossidante nel momento in cui vengono cotti. Liberano infatti il licopene, capace di combattere l’invecchiamento, le malattie cardiovascolari e anche il tumore della pelle e al seno. Durante la cottura, si riduce la quantità d’acqua ed aumenta questa sostanza nutritiva benefica.

Carote – Anche le carote quando vengono cotte sono molto più salutari. I loro livelli di beta-carotene, infatti, salgono. Questa sostanza è antiossidante e viene convertita dal corpo in vitamina A, essenziale per la salute della pelle e degli occhi.

Zucca – Anche la zucca contiene il beta-carotene e la sua quantità aumenta nel momento in cui questo alimento viene cotto. Per essere assorbita al meglio, la zucca si potrà accompagnare con un filo di olio d’oliva poiché la vitamina A per sciogliersi ed essere assorbita ha bisogno di una sostanza grassa.

Funghi –  L’ovulo, il porcino, il tartufo, sono i funghi che vengono consumati crudi poiché in questo modo se ne apprezza maggiormente il sapore. In realtà i funghi dovrebbero essere cotti per evitare le intossicazioni alimentari. Inoltre, la cottura permette di assimilare facilmente il potassio che contengono.

Asparagi – Gli asparagi vengono solitamente consumati crudi accanto all’insalata, ma in pochi sanno che sono più nutrienti quando sono cotti. Contengono numerosi antiossidanti che saranno assorbiti più facilmente dal corpo proprio quando verranno cotti.