Sono passati quasi 30 anni dalla morte della principessa Diana ma, nonostante ciò, il suo dolce sorriso è ancora impresso nella mente di tutti coloro che l'hanno vista almeno una volta in tv tra gli anni '80 e l'inizio dei '90. Ha sempre fatto fatica ad adattarsi alle rigide regole di corte, non a caso ad oggi viene considerata la prima Royal realmente rivoluzionaria, ma per amore ha provato ad accettare ogni tipo di imposizione del protocollo. L'epilogo del suo matrimonio è noto a tutti: dopo aver sopportato per anni la presenza di Camilla, Lady D. non esitò a definire quel rapporto troppo "affollato", chiedendo il divorzio nonostante la presenza dei due figli principi. Al di là della fine drammatica, il fidanzamento con Carlo viene ancora oggi considerato uno dei momenti chiavi della storia dei Windsor ed è per questo che il suo anniversario viene ricordato e celebrato.

La storia del fidanzamento ufficiale di Carlo e Diana

Nella Royal Family, si sa, i fidanzamenti ufficiali vengono annunciati con ritratti di coppia e comunicati stampa, cosa che li trasforma immediatamente in veri e propri eventi mediatici. Anche il principe Carlo e Lady Diana Spencer hanno vissuto la stessa cosa: era il 24 febbraio 1981 (esattamente 40 anni fa) quando da Buckingham Palace arrivò la nota ufficiale e da quel momento in poi il popolo britannico cominciò a sognare, incantato dai sorrisi raggianti e innamorati dei due. Nel documento si leggeva: "La Regina e il Duca di Edimburgo annunciano, con grande piacere, il fidanzamento del loro amato figlio, il Principe di Galles, con Lady Diana Spencer, figlia del Conte di Spencer e della signora Shand Kydd". Il tutto era accompagnato da alcuni scatti realizzati nei giardini di Buckingham Palace, che mostravano una Diana 19enne meravigliosa in un elegante abito azzurro.

Perché Carlo sposò Lady D. anche se non l'amava

Sarà perché a separare i due c'era una differenza di 13 anni o perché semplicemente si incontrarono solo tre volte prima del fidanzamento, ma la cosa certa è che le cose tra loro non andarono bene. Sebbene all'inizio il loro amore fosse una favola, in verità dietro le apparizioni pubbliche in coppia si nascondevano moltissimi "altarini", basti pensare al fatto che Diana scoprì di un regalo fatto a Carlo da Camilla a poche ore dal Royal Wedding. La Spencer, però, fu "cieca" di fronte ad alcuni indizi. Innanzitutto la proposta di nozze fu poco romantica, arrivò nella stanza dei bambini del castello di Windsor e non fu contraddistinta da baci e abbracci, il principe Carlo andò via dopo aver ricevuto "Sì" come risposta. Nel giorno del fidanzamento ufficiale,invece, il giornalista chiese ai due "Siete innamorati?" e Carlo rispose "Certo che lo siamo, qualunque cosa significhi amore". Insomma, probabilmente il principe sposò Diana non per amore ma solo per rispondere alle continue pressioni della mamma, che le chiedeva insistentemente di trovare qualcuna con cui convolare a nozze.