Volete osare con il colore dei capelli per l'estate 2019? La nuova tendenza li vuole bicolore: la scelta ideale per chi vuole cambiare e desidera un risultato davvero audace. Il trend adatto anche alle eterne indecise, a patto che siano disposte a una colorazione radicale: il bicolore, infatti, non accetta sfumature, ma solo tonalità nette, meglio se in contrasto tra loro, come rosso e nero, biondo e nero,ecc… A lanciare questo trend sono stati gli haistylist di Bleach London, ispirati dalle ciocche bicolore di Geri Halliwell delle Spice Girls negli anni '90. Ma scopriamo di più sui capelli bicolore: a chi stanno bene, quali contrasti creare e come realizzarli.

Cosa si intende per capelli bicolore e a chi stanno bene

Per capelli bicolore si intende la presenza di due colori diversi sulla stessa capigliatura. Si tratta solitamente di colori forti, e in contrasto tra loro, ideali soprattutto per chi ha i capelli lunghi: il bicolore permette sulle chiome lunghe, di creare contrasti molto audaci. È possibile però adattare questa colorazione anche a capelli medi e corti, seguendo i consigli del vostro hairstylist. Si tratta comunque di una colorazione adatta a chi ha un look definito e stravagante: i due colori, infatti, sono sempre netti, anche se non per forza simmetrici. Chi vuole solo provare per curiosità, ma non se la sente di andare in giro ogni giorno con i capelli bicolore, può provare con delle tinture non permanenti.

Foto credits Instagram @bleachlondon
in foto: Foto credits Instagram @bleachlondon

Quali contrasti creare?

In merito ai colori da abbinare, meglio scegliere colori molto diversi tra loro, per un effetto "wow". Chi ha i capelli biondi può scegliere un rosso in contrasto o un viola, mentre, chi ha la base scura potrà scegliere il biondo platino, ma anche i colori fluo, come il giallo lime. Meglio evitare, invece, i colori pastello, poco adatti a questa colorazione che punta ad un effetto più abbagliante. Riguardo alle zone da colorare, potete giocare con una divisione tra chioma e frangia o ciocche; realizzare solo una "spruzzata" sulla punta delle ciocche, o dividere i capelli con una riga centrale oppure laterale, con sezioni colorate differentemente. Per scegliere come gestire le due colorazioni conta, ovviamente, la lunghezza: sui capelli lunghi ci sono più possibilità ma, con i capelli corti si creano anche altre opzioni. In questi casi potete optare per due colori vicini e divisi dalla riga centrale, ma anche per due colori sovrapposti, uno sopra e l'altro sotto, adatto anche a chi ha un pixie sfumato.

Foto credits Instagram @bleachlondon
in foto: Foto credits Instagram @bleachlondon

Capelli bicolore: a casa o dal parrucchiere?

Per realizzare i capelli bicolore è meglio affidarsi a un color specialist, per ottenere un risultato perfetto, ma anche per avere dallo specialista i giusti consigli su come realizzare le divisioni di colore, in base alla lunghezza dei capelli e al risultato che vogliamo ottenere. Chi se la sente, e ha esperienza nelle colorazioni fai da te, può provare a casa: in questi casi è importante individuare la zona nella quale è meglio creare il contrasto e fare delle prove su carta, così da capire come procedere.

Foto credits Instagram @bleachlondon
in foto: Foto credits Instagram @bleachlondon