Il camu camu è una pianta originaria dell'Amazzonia, e i suoi frutti sono considerati la più ricca fonte naturale di vitamina C. Queste bacche dal sapore acidulo sono conosciute da secoli anche per le loro proprietà ricostituenti, depurative, immunostimolanti e antiossidanti. Il rimedio ideale per la stagione fredda perché rafforza il nostro sistema immunitario, aiutandoci a prevenire i malanni di stagione. La pianta del camu camu può arrivare fino a 5 metri di altezza e i suoi frutti sono piccoli e tondi, simili alle ciliegie, e di colore rosso-viola. Ma scopriamo le proprietà e i benefici del camu camu, come utilizzarlo e se ci sono delle controindicazioni.

Proprietà e benefici del camu camu

Il camu camu è una fonte di vitamina C, è quindi ideale per l'inverno, per prevenire raffreddore, mal di gola e influenza. Si tratta infatti di un frutto che aiuta a rinforzare il sistema immunitario, anche grazie alla presenza di antiossidanti, che mantengono le cellule in salute più a lungo. Il camu camu contiene anche flavonoidi e aminoacidi che lo rendono un ottimo antivirale: combatte i virus che indeboliscono il nostro sistema immunitario. È anche un potente antinfiammatorio: è utile infatti a contrastare infiammazioni a muscoli e tendini, agli occhi, alle gengive ed è efficace anche in caso di artriti. Aiuta inoltre a prevenire malattie degenerative come l'Alzheimer o la demenza senile. Il camu camu è anche un antidepressivo naturale, in quanto stimola la produzione di serotonina, l'ormone della felicità, migliorando l'umore. Funziona anche come ipotensivo, è quindi utile per contrastare l'ipertensione, regolarizzando la pressione sanguigna. Grazie alla presenza di vitamina C e altre sostanze nutritive importanti, il camu camu aiuta a migliorare il tono muscolare, rafforzando anche tendini e legamenti.

Utilizzi del camu camu

Potete trovare il camu camu in vendita nei negozi biologici, al naturale. I frutti  hanno un sapore acidulo, per questo risulta difficile consumarlo al naturale: potete invece utilizzarli nella preparazione di dolci, gelati o realizzare delle spremute. In Sudamerica realizzano un vero e proprio sciroppo di camu camu.  Potete acquistarlo anche sotto forma di integratori in compresse o in polvere secca nelle erboristerie e nelle farmacie. Aggiunto al succo di mela, permette di realizzare una bevanda ricostituente e diuretica: chiedete consiglio all'erborista o al medico sulle modalità di utilizzo.

Controindicazioni

Il camu camu non è consigliato a chi soffre di disturbi allo stomaco come gastrite, ulcera o ernia iatale, in quanto le bacche di questa pianta stimolano la produzione di succhi gastrici. Inoltre è sconsigliato anche a chi soffre di calcoli renali: la vitamina C, infatti, stimola l'espulsione di renella e altri residui presenti nei reni. Il consiglio è quello di chiedere sempre il parere del medico, prima di assumere il frutto o gli integratori a base di camu camu, soprattutto se si soffre di qualche patologia o se si assumono farmaci.