I jeans sono tra gli indumenti più utilizzati al mondo ma spesso non sappiamo il motivo per cui hanno tasche e cuciture posizionate proprio lì dove sono. Dopo aver scoperto che il taschino laterale è un'idea risalente ai cowboy poiché serviva per portare l'orologio da tasca, abbiamo capito che c'è sempre qualcosa di nuovo da imparare. Avete mai notato i bottoncini presenti in tutti i pantaloni in denim vicino le tasche? Il motivo per cui sono stati creati è molto particolare e di sicuro lascerà tutti senza parole.

A cosa servono i bottoncini sulle tasche dei jeans?

Tutti quelli che si sono fatti almeno una volta nella vita questa domanda finalmente portano conoscere la risposta. I bottoncini presenti sulle tasche laterali dei jeans hanno un nome ben preciso, si chiamano "rivetto" e non servono per agganciarci qualcosa come si potrebbe facilmente pensare. La loro funzione è quella di proteggere il pantalone dall'usura. Le tasche, infatti, sono le zone che tendono a rovinarsi con più facilita poiché vengono sfregate in continuazione ogni volta che si ripone un oggetto al loro interno. Inevitabilmente, dunque, si distruggono con una certa frequenza, soprattutto quando non sono protette dai bottoncini. Questi ultimi non fanno altro che limitare il "fenomeno", facendo sì che il tessuto rimanga ben saldo all'interno della cucitura. Insomma, è chiaro dunque che in un jeans nulla viene lasciato al caso, anche quei piccoli dettagli che sembrano solo renderli esteticamente più carini sono nati con una funzione ben precisa.