In occasione delle Festa della Donna aleXandro Palombo lancia sul suo blog una serie di controverse immagini in cui appaiono i personaggi femminili dei cartoni animati con il volto tumefatto. L'artista sceglie di utilizzare figure iconiche che popolano l'immaginario collettivo, quelle Principesse Disney tanto amate dalle bambine o i personaggi di cartoon popolari come i Flintstones e i Simpson. Decontestualizza queste figure e le trasporta in modo chiaro e diretto nella realtà, in quella realtà domestica violenta in cui purtroppo sono immerse migliaia di donne in tutto il mondo.Il designer utilizza figure "fiabesche" come Cenerentola e Biancaneve per dare risalto ad un probema quanto mai attuale, quello della violenza sulle donne.

"No Violence Against Women" di aleXandro Palombo

La serie dal titolo "No Violence Against Women" è stata realizzata e pubblicata sul blog Humor Chic a pochi giorni dall'8 marzo per celebrare la Festa delle Donne in maniera decisamente inconsueta. Palombo da buon provocatore riesce a creare disegni che scuotono l'opinione pubblica, attraverso immagini dirette mostra la violenza domestica e lo fa senza filtri. Si chiede che tipo di uomo possa essere un uomo che distrugge il volto della sua donna, che tipo di persona è capace di utilizzare la violenza senza scrupoli. Già in passato Palombo aveva utilizzanto le Principesse Disney, trasformandole in disabili, per lanciare la sua personale denuncia contro le discriminazioni a cui solitamente sono sottoposte le persone diversamente abili. Oggi usa i personaggi da fiaba in manera ancor più diretta: raffigura Biancaneve e Cenerentola distese in terra in un lago di sangue, dietro di loro il principe responsabile dell'aggressione, immortala un scena violenta in cui Homer picchia la sua Marge e rende persino Wonder Woman vittima indifesa di un uomo violento.