Durante la gravidanza il corpo della futura mamma cambia: possono comparire smagliature, gonfiore, i capillari possono essere più fragili e possono compare della macchie sul viso. Durante la dolce attesa possono comparire alcune imperfezioni, e quindi va coccolata anche la bellezza. Erroneamente si pensa che la maggior parte dei trattamenti estetici vadano sospesi in gravidanza, dalle tinte per capelli alla ceretta, passando per massaggi e manicure ma in realtà non è così. In questo periodo la futura mamma ha bisogno di sentirsi ancora più bella e coccolata e i trattamenti di bellezza possono anche regalare relax e benessere. Sfatiamo alcuni miti della gravidanza: cosa si può fare e cosa è meglio evitare sul fronte beauty durante la dolce attesa?

Cosmetici in gravidanza: cosa si può usare e cosa no?

In gravidanza la regola da seguire per la scelta dei prodotti di bellezza riguarda gli ingredienti: la sicurezza per la salute della futura mamma e per quella del feto infatti, passa anche per gli ingredienti utilizzati per la formulazione dei cosmetici. La legislazione europea proibisce la presenza di nichel e di metalli pesanti nei prodotti cosmetici e per tanto i prodotti che rispondono a questa normativa sono da ritenersi sicuri per il periodo della dolce attesa. A scopo preventivo però, è necessario leggere l'etichetta dei cosmetici e controllare sempre gli INCI e gli ingredienti contenuti. Ma quali sono gli ingredienti da evitare durante il periodo della gravidanza? Tra le sostanze ritenute pericolose c'è ad esempio il retinolo, contenuto all'interno dei prodotti anti età, ma anche il perossido di benzoile e l'acido salicilico che vengono spesso utilizzati nella formulazione di creme per combattere l'acne. L'idrochinone è invece un ingrediente che viene utilizzato nei prodotti schiarenti per il viso, per combattere le macchie della pelle: è però da evitare durante il periodo della gravidanza e dall'allattamento. Particolare attenzione poi per le creme solari: sono da evitare le creme con filtri chimici, favorendo invece quelle con filtri fisici. Per quanto riguarda invece gli smalti alcune sostanze potrebbero essere pericolose per il feto se inalate: stiamo parlando di formaldeide, toluene, canfora e dbp, ma fortunatamente la maggior parte dei marchi cosmetici che realizzano prodotti per le unghie hanno rimosso queste sostanze dalla formulazione degli smalti, che quindi si possono utilizzare in sicurezza. Quali trattamenti estetici e prodotto cosmetici sono quindi sicuri per la salute della mamma e del feto in gravidanza? Ecco una lista di 10 trattamenti di bellezza: scopri cosa fare e cosa evitare.

1.Tintura per i capelli: da sempre tingere i capelli in gravidanza è sconsigliato. Si pensa infatti che la presenza di ammoniaca e sostanze chimiche possa essere dannosa per il feto, penetrando nell'organismo della mamma attraverso il cuoio capelluto e la respirazione materna. Oggi le tinte per capelli sono molto più sicure rispetto al passato e si possono fare anche in gravidanza con qualche accorgimento, ma conviene sempre parlare con il proprio parrucchiere e scegliere il tipo di tintura più adatto e applicarlo in una zona ben areata per non respirare troppo i componenti chimici. Durante i primi tre mesi di gravidanza tuttavia, a titolo precauzionale, è meglio evitare la tintura chimica e preferire le tinte naturali, come ad esempio l'hennè.

2.Manicure: in gravidanza si può applicare lo smalto? Al contrario di quanto si pensa la risposta è si. La manicure si può fare tranquillamente durante la dolce attesa, facendo attenzione ad alcuni piccoli dettagli. Gli strumenti utilizzati dovranno essere sterilizzati con cura e il trattamento dovrà essere effettuato in una zona con una buona ventilazione oppure indossando una mascherina, per evitare di respirare le sostanze utilizzate. La regola su cui non si transige, in particolare in questo periodo, è la sicurezza: affidati a mani esperte che utilizzano prodotti professionali. Il gel non è vietato ma ricorda che la ricostruzione in gel non sempre è compatibile con alcuni macchinari ospedalieri e potrebbe essere un particolare scomodo in caso di ricoveri d'urgenza.

3.Ceretta: durante la gravidanza la crescita del pelo rallenta, ma si può comunque ricorrere alla depilazione tradizionale. Andrebbero evitate le creme depilatorie che potrebbero causare reazioni allergiche, preferendo invece la ceretta, a patto che sia delicata. In dolce attesa la pelle è più sensibile e una cera troppo calda o uno strappo troppo aggressivo potrebbero causare la rottura dei capillari.

4.Depilazione laser: sembra non ci sia ancora uno studio affidabile sui possibili effetti collaterali della depilazione laser durante la gravidanza, ma gli esperti consigliano di rimandare il trattamento dopo il parto, per evitare l'insorgere di irritazioni e macchie. Inoltre, a causa del cambiamento ormonale, il trattamento potrebbe non essere efficace.

5.Lampada solare: in gravidanza bisogna fare molta attenzione ai raggi UV, soprattutto a quelli artificiali. Le lampade solari sono quindi altamente sconsigliate, ed è necessario fare molta attenzione anche all'esposizione solare. Inoltre, gli ambienti troppo caldi possono provocare un abbassamento della pressione arteriosa.

6.Massaggi: i massaggi non sono sconsigliati durante la gravidanza e possono dare beneficio e sollievo in caso di gambe stanche e per contrastare la comparsa di cellulite. È fondamentale affidarsi ad esperti del settore e fare attenzione al tipo di prodotto utilizzato, evitando creme e oli a base di alghe e caffeina e preferendo l'utilizzo di prodotti naturali. Sono perfetti ad esempio i massaggi linfodrenanti manuali, che aiutano a rilassarsi, combattere i gonfiori e drenano.

7.Pressoterapia: la pressoterapia stimola la circolazione sanguigna combattendo gonfiori e senso di pesantezza agli arti inferiori. È un trattamento che non viene sconsigliato in gravidanza, ma deve essere effettuato con alcuni accorgimenti. Le zone trattate dovranno essere ovviamente soltanto le gambe e non l'addome, e la pressione non dovrà essere troppo elevata.

8.Smagliature: durante la gravidanza il corpo cambia, e potrebbero comparire le smagliature su pancia, seno e cosce. È importante applicare delle creme o oli elasticizzanti fin da subito, per rendere la pelle più elastica: in questo modo si adatterà meglio al cambiamento. Le creme per le smagliature in gravidanza stimolano la produzione di collagene ed elastina ma devono essere prive di ingredienti potenzialmente dannosi per il feto come siliconi, parabeni, derivati del petrolio e inquinanti. Chiedi sempre consiglio al medico o al farmacista di fiducia, sapranno consigliarti il prodotto più adatto.

9.Macchie: durante questo periodo gli squilibri ormonali possono causare un aumento di melanina, provocando così la comparsa di macchie gravidiche sul viso. Per questo è fondamentale applicare sempre, anche in città, una protezione solare per proteggere la pelle del viso ed evitare la comparsa di macchie.

10.Make Up: nel periodo della gravidanza la vostra pelle potrebbe cambiare e diventare più bella e luminosa, oppure al contrario più oleosa e a tendenza acneica. Non ci sono controindicazioni ad utilizzare il make up in gravidanza, ma i prodotti andranno scelti, come dovrebbe essere d'abitudine, in base al tipo di pelle, preferendo cosmetici dermatologicamente testati, anallergici, privi di profumi e siliconi.